Su ‘Dossier scuola’ impegno Cts, altro che indifferenza e pentimento

La risposta di Agostino Miozzo, coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico, alle critiche del Dr. Novara
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA –  Leggo con rammarico ma senza troppo stupore sul sito le parole del Dr. Daniele Novara, pedagogista che con altri suoi colleghi sottoscrive il manifesto ‘La scuola è salute’. Il Dr. Novara accusa il CTS e lo scrivente di essere stati, con arrogante furore, fautori della politica della chiusura delle scuole e di essersi pentiti strada facendo, dovendo oggi riconoscere i nostri errori.

Di questi tempi sembra essere un esercizio privilegiato quello di sparare sul CTS imputando al Comitato ogni sorta di errore, distorsione e scempio nella gestione di questa straordinaria emergenza. Come per altre occasioni suggerirei agli esimi critici del nostro lavoro una doccia di umiltà e soprattutto lo sforzo di informarsi e magari chiedere lumi a chi, come il sottoscritto, ha vissuto sin dall’inizio la tragedia che si sta consumando nel nostro paese come sull’intero pianeta.

A questo proposito e solo per dare qualche elemento informativo suggerirei di andarsi a leggere i verbali n.1, 18, 21, 43, 44, 49 59, 73, 76, 79, 80, 82, 84, 87, 89, 90, 91 92, 94, 95, 96, 97, 98, 100, 101, 102, 103, 104, 106, 107, 108, 112, 114 del CTS, verbali che, come noto, sono pubblici e consultabili. In ognuno di questi incontri del CTS è stato affrontato il tema della scuola, analizzando di volta in volta le sue differenti prospettive ed implicazioni.

È questo un suggerimento che mi sento di dare al Dr. Novara ed ai suoi colleghi, per far capire con quanta assiduità e con quanta passione io e tutti i membri del CTS abbiamo, sin dall’inizio della pandemia, seguito il ‘dossier scuola’; altro che indifferenza e pentimento! Un’altra informazione utile a chi si prende la briga di scrivere atti di condanna è quella relativa alla nomina delle persone all’interno del CTS, responsabilità che non è in capo al Coordinatore del Comitato bensì al Ministro della Salute che indica al Capo Dipartimento della Protezione Civile i nomi che a loro volta vengono inseriti in una ordinanza di Protezione Civile. Ancor meno competenza abbiamo noi del Comitato Tecnico Scientifico nella nomina dei componenti della Commissione per la riapertura delle scuole, di cui siamo totalmente all’oscuro.

Ricordo infine che compito del CTS è quello di dare indicazioni alla politica in merito ai rischi sanitari che il COVID 19 genera nel nostro paese; le modalità di traduzione delle indicazioni del CTS in atti della politica non ci compete ma attiene a decisioni che sono in capo al Governo ed ai suoi rappresentanti.

Agostino Miozzo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

18 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»