VIDEO | Maltempo a Salerno, gravi danni nel Golfo di Policastro: chiesto lo stato di emergenza

Le piogge torrenziali hanno causato frane, straripamenti e allagamenti. Diverse famiglie hanno dovuto abbandonato le proprie abitazioni invase da fango e detriti
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – “Il maltempo ha causato dei notevoli disagi nel Golfo di Policastro e nell’Alta Valle del Sele-Tanagro. Danni seri alla viabilità, in particolare sulla strada statale 18 nella zona tra Alfano e Rofrano. Ci sono state frane e smottamenti un po’ in tutto il Golfo di Policastro e le strade più importanti, comprese le statali 104 e 517, sono state danneggiate anche se in modo non severo”. È quanto ha dichiarato alla Dire Domenico Ranesi, referente in Provincia di Salerno al settore Viabilità e Trasporti, all’indomani del nubifragio che si è abbattuto nell’area del Golfo di Policastro. Qui le piogge torrenziali hanno causato frane, straripamenti di torrenti e allagamenti di abitazioni e terreni. In particolare nei Comuni di Santa Marina e frazione Policastro, Vibonati, Ispani e frazione Capitello dove diverse famiglie hanno abbandonato le proprie abitazioni invase da fango e detriti.

Il sindaco di Santa Marina, Giovanni Fortunato, ha chiesto il riconoscimento dello stato d’emergenza, ora al vaglio della presidenza del Consiglio dei ministri (dipartimento Protezione Civile), della Regione Campania e della prefettura di Salerno. “Fare un calcolo dei danni – ha spiegato Ranesi – per il momento è impossibile. Ora stiamo facendo una stima, che si baserà su qualche milione di euro, per capire quanti soldi potremo chiedere alla Regione Campania per effettuare i lavori di riparazione e riadeguamento”. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

18 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»