VIDEO | Napoli, “Io accolgo”, raccolta firme per chiedere l’abrogazione dei decreti sicurezza

Sindacati e associazioni hanno organizzato una raccolta firme a largo Berlinguer a Napoli per riaffermare la cultura dell'integrazione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “L’adozione di quei provvedimenti ha completamente sovvertito la cultura e la tradizione di accoglienza del nostro popolo”. Così alla Dire Walter Schiavella, segretario generale Cgil Napoli, durante la raccolta firme a largo Berlinguer a Napoli per la campagna ‘ioaccolgo’ per l’abrogazione dei decreti sicurezza e sicurezza bis e per l’annullamento degli accordi Italia-Libia.

Bisogna “cancellare quei decreti – sottolinea – e riaffermare una cultura dell’integrazione, dell’accoglienza, una cultura che sappia tenere insieme i valori storici del nostro Paese e quelli sanciti dalla Costituzione”.

“Anche dalla Campania – rimarca alla Dire il segretario generale della Uil Campania Giovanni Sgambati – sosteniamo la raccolta firme per togliere i decreti sicurezza che hanno creato divisione, clima di paura. L’Italia e soprattutto il Mezzogiorno davanti allo spopolamento hanno bisogno di una cultura dell’accoglienza”.

Per Libera, presente in piazza con il portavoce campano Fabio Giuliani, i decreti sicurezza rappresentano “la cifra della mancanza di democrazia del nostro Paese, noi non possiamo tradire la nostra Costituzione e il primo passo è quello di ritirarli”. Nel decreto sono contenute anche “norme sulla confisca dei beni, come quella della vendita”.

A largo Berlinguer anche Legambiente Campania che con Antonella Terracciano ha sottolineato la trasversalità di ‘ioaccolgo’ e come “i diritti che sono stati messi in discussione negli ultimi anni riguardano il fondamento del nostro definirci umani“.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»