Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Comunali Roma, da Simoni ad Alfonsi: ecco le prime ipotesi per la giunta Gualtieri

Ecco i nomi in pole per la nuova giunta di Roma: Gualtieri tirerà fuori dal cilindro anche altri tecnici in arrivo dal Mef
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Di Emiliano Pretto e Mirko Gabriele Narducci

ROMA – Con la vittoria di Roberto Gualtieri si inizia a delineare la squadra della Giunta del prossimo sindaco di Roma. Siamo ancora alle prime ipotesi, ma la conferma da parte di più fonti di alcuni nomi rende verosimile lo schema che l’agenzia Dire è in grado di anticipare.

Uno dei ruoli più importanti del futuro esecutivo, o la delega al Bilancio o quella all’Attuazione del programma, andrà a Marco Simoni, economista e professore di Economia politica alla Luiss e già spin doctor di Gualtieri nella fase della scrittura del programma. A lui potrebbe essere affidata, in alternativa, la guida di un’importante partecipata. Potrebbe poi entrare in Giunta Francesca Bria, romanissima ma ex assessora della sindaca di Barcellona, Ana Colau. Attualmente Bria è membro del cda della Rai ma per convincerla a scendere in campo potrebbe esserle offerta la qualifica di vicesindaco con delega all’Innovazione tecnologica.

Un ruolo certo l’avrà poi un’altra donna, Sabrina Alfonsi, che sarà nominata assessora o eletta presidente dell’Assemblea capitolina. L’ex presidente del I Municipio ha vinto la gara interna tra i Dem ed è quindi quasi sicura di un upgrade dal ruolo di semplice consigliera comunale. Dietro di lei il più votato è stato poi Maurizio Veloccia. Per lui se non sarà un assessorato o la presidenza dell’aula sarà di certo aperta la porta per il nuovo capogruppo del Pd.

Tra le figure esterne gira poi il nome di Pino Battaglia. Per lo storico collaboratore del ministro Dario Franceschini si ipotizza una delega alla Cultura. Ed ancora: Albino Ruberti dovrebbe diventare il capo di Gabinetto e Giulio Bugarini il capo segretaria particolare.

Tra i politici l’ex capogruppo Dem in Assemblea Capitolina Giulio Pelonzi potrebbe avere l’Urbanistica o la guida di un ufficio speciale. Eugenio Patanè potrebbe lasciare la Regione Lazio per fare l’assessore ai Trasporti.

C’è poi il capitolo delle liste di sinistra. Giovanni Caudo, il più votato nell’area che mette insieme Roma Futura e la lista Sinistra Civica ecologista di Amedeo Ciaccheri, potrebbe ottenere un posto nella giunta o farsi da parte per un incarico più tecnico. Poche speranze per gli esponenti di Demos. Qualche chance in più per Alessandro Onorato o per Monica Lucarelli della lista civica. Gualtieri, infine, tirerà fuori dal cilindro anche altri tecnici in arrivo dal Mef.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»