Calenda: “Mi candido a sindaco di Roma”

L'ex ministro dello Sviluppo economico ha sciolto le riserve ospite di Fabio Fazio
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Sì, mi candido a sindaco di Roma”. Lo dice Carlo Calenda, ospite di Rai3. “Auspico con un consenso ampio- aggiunge- cercherò in tutti i modi possibili di mettere insieme una squadra molto larga“.

LEGGI ANCHE: Letta: “Calenda candidato sindaco a Roma? Buona opzione, deciderà Zingaretti”

Calenda parla della sua candidatura come di “un dovere e una grande avventura”, poi aggiunge: “Non posso parlare per il Pd, partecipiamo ad un tavolo con tutte le forze centrosinistra. Io auspico un appoggio largo perché una persona da sola non pul fare questo lavoro questo lavoro”.

PRIMARIE? “OGGI COMPLICATE, DOMANI INUTILI”

“Le primarie non sono sempre state la panacea. Farle oggi è molto complicato, farle tra qualche mese vuol dire perder tempo a parlare tra di noi per molti mesi invece che ai romani. E poi alle primarie sono stati sconfitti Sassoli e Gentiloni, vinse Marino che poi il Pd rimosse”, ricorda Calenda.

LEGGI ANCHE: Centrosinistra al lavoro per le primarie a Roma, Covid porta i gazebo sul web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

18 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»