ArcelorMittal, tragedia sfiorata nel siderurgico per crollo calpestio

Il coordinatore provinciale dell’Usb di Taranto, Franco Rizzo: "necessità di opere di manutenzione ordinaria"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BARI – Il coordinatore provinciale dell’Usb di Taranto, Franco Rizzo parla di “tragedia sfiorata” nel siderurgico dopo che stamattina a “causa dell’usura dei rulli si sono depositate quantità di materiale in eccesso che hanno provocato il cedimento di una lamiera della struttura in zona agglomerazione, negli impianti OMO2, in una torre con nastri trasportatori”. “In questi giorni – spiega – in quest’area erano iniziate le attività di una ditta esterna dopo tre mesi di assenza totale di pulizia dell’area2”.

Rizzo ribadisce, quindi, “la necessità di opere di manutenzione ordinaria. È questo il contesto, dove non esiste sicurezza per gli operai, creata da ArcelorMittal che mentre mette in cassa integrazione gli operai ex Ilva crea anche le condizioni affinché gli operai dell’indotto siano licenziati e questi sono i risultati”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»