Conte: “La manovra è bella. La controllerò articolo per articolo”

Il premier assicura che ci sarà un controllo sul testo e poi l'invio al Quirinale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Nessuna frattura” tra Lega e Movimento 5 stelle. “Controlleremo il testo, lo controllerò, e sarà inviato”. Lo dice il premier Giuseppe Conte a Bruxelles.

“Controllerò il testo articolo per articolo”

“Venerdì sarò a Roma, lo controllerò come il presidente fa sempre, articolo per articolo, e verrà mandato in forma ufficiale al Quirinale il testo che rivedrò sino alla fine conforme alla volontà deliberata nel corso del consiglio dei ministri”, afferma il premier.

“La manovra è molto bella”

“Noi siamo convinti di quello che abbiamo fatto. Più passa il tempo e più mi convinco che la manovra è molto bella”, dice Conte.

“Mi aspetto osservazioni critiche”

“Mi rendo perfettamente conto che non è questa la manovra che si aspettavano dalla commissione. E’ comprensibile che ci siano delle reazioni, mi aspetto delle osservazioni critiche”, dice Conte a Bruxelles.

“Merkel attenta e impressionata da pacchetto riforme”

“E stato un colloquio molto cordiale, sereno. Ho anticipato i contenuti della nostra manovra economica”. La cancelliera Merkel “è stata molto attenta, molto interessata alle riforme strutturali, molto impressionata dal pacchetto riforme strutturali che stiamo realizzando in Italia e siamo entrambi d’accordo che la linea deve essere quella del dialogo costruttivo“.  E’ quanto spiega Conte sul bilaterale di ieri con la Merkel.

Leggi anche:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»