VIDEO | Lavoro, Landini: “Inaccettabile usare crisi per cancellare i contratti

"È il momento di aprire una discussione sulla riforma degli ammortizzatori sociali", a chiederlo è il segretario generale della Cgil Maurizio Landini
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – “Usare questa crisi drammatica per cancellare i contratti nazionali e’ inaccettabile ed e’ sbagliato non solo per i lavoratori ma anche per le imprese. Credo che il punto di fondo sia impedire a chiunque di pensare che l’uscita dalla crisi sia una competizione a ribasso su diritti, salari, tutele“. Lo ha detto il segretario generale della Cgil alla giornata di mobilitazione ‘Ripartire dal Lavoro’ in corso in piazza Dante a Napoli. Landini si riferisce alla “posizione che Confindustria ha assunto sui contratti nazionali” e chiede che “venga riconfermato che per quest’anno ci sono le 18 settimane di cassa e che prima di qualsiasi altro strumento bisogna utilizzare questo. È importante che il parlamento confermi l’impianto anche se c’e’ chi sta chiedendo, penso a Confindustria e altri, di metterlo in discussione”.

LANDINI: “APRIRE DISCUSSIONE SU RIFORMA AMMORTIZZATORI”


“E’ il momento di aprire una discussione sulla riforma degli ammortizzatori sociali. Quello che e’ successo in questi mesi dimostra che non ce li abbiamo, non a caso ci siamo dovuti inventare le indennita’ piu’ diverse pur con un livello di precarieta’ senza precedenti”. A chiederlo e’ il segretario generale della Cgil Maurizio Landini durante una giornata di mobilitazione nazionale sul lavoro promossa dai sindacati a Napoli. Landini propone un “sistema universale di ammortizzatori sociali” e chiede “un nuovo statuto dei diritti dei lavoratori. Il punto deve essere che qualsiasi persona che lavora debba avere gli stessi diritti e le stesse tutele, che sia una partita Iva o un lavoratore a tempo indeterminato. È il momento di fare un passaggio anche culturale, non solo per tutelare chi lavora ma con l’obiettivo di pensare a un Paese che si fonda sulla qualita’ del lavoro”.

“GOVERNO DICHIARI ILLEGITTIMO ACCORDO SUI RIDER”

“Contestiamo quello scempio di accordo sindacale che Ugl e un’altra associazione (si riferisce a Assodelivery, ndr) hanno firmato sui rider. Sono soggetti che non rappresentano nulla”. Lo dice a Napoli il segretario generale della Cgil Maurizio Landini. “Il governo – sottolinea – deve dichiarare illegittimo un accordo che si gioca sulla pelle delle persone. Non possiamo accontentarci di far passare la nottata”.

WHIRLPOOL, LANDINI A LAVORATORI: “È LOTTA PAESE, NON VI LASCEREMO SOLI”

“La vostra non e’ una lotta personale, ma della citta’, della regione e del Paese“. Cosi’ il segretario generale della Cgil Maurizio Landini rivolgendosi ai lavoratori Whirlpool presenti alla mobilitazione “Ripartire dal Lavoro” in piazza Dante a Napoli. “Ci metteremo la faccia – ha detto – e non vi lasceremo soli. L’obiettivo deve essere far cambiare idea agli americani e a Whirlpool. Il governo deve essere con noi”. Landini ha rimarcato l’importanza della “solidarieta’ perche’ non abbiamo altre armi. Questa e’ la strada che dobbiamo mettere in campo”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

18 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»