Regionali, l’Antimafia: “Sono 13 i candidati impresentabili”

Nove in Campania, tre in Puglia e uno in Valle d'Aosta
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA –  Sono tredici i candidati ‘impresentabili’ che saranno nelle liste delle elezioni regionali in programma il 20 e 21 settembre. Sono stati individuati dalla commissione Antimafia. Questi candidati sono tra i 15 candidati segnalati dalla Direzione nazionale antimafia e dell’Antiterrorismo. Nove sono nelle liste della Campania, tre in quelle della Puglia, uno in Valle d’Aosta (Augusto Arduino Rollandin, “Puor L’Autonomie – Per l’Autonomie”) . “La funzione di controllo” sulle liste, ha spiegato il presidente Nicola Morra, “riguarda sia la disciplina recata dal decreto legislativo numero 235 del 2012, la cosiddetta legge Severino, che il codice di autoregolamentazione cui la stessa rinvia”.

IN CAMPANIA 9 IMPRESENTABILI, 5 CON DE LUCA CLICCA QUI

IN PUGLIA 3 IMPRESENTABILI: 2 CON EMILIANO

Sono tre i candidati ‘impresentabili‘ nelle liste per il voto regionale in Puglia. In due sono in liste che appoggiano Michele Emiliano, uno tra quelle di Pierfranco Bruni. Lo comunica alla stampa Nicola Morra, presidente della commissione Antimafia. Si tratta di Silvana Albani (Puglia solidale verde per Emiliano), imputata per corruzione e falsa perizia; Vincenzo Gerardi (Partito del Sud meridionalisti progressisti per Emiliano), imputato di plurimi reati di trasferimento fraudolento di valori aggravati dal fine di agevolare l’attivita’ delle associazioni mafiose; Raffaele Guido (Fiamma Ttricolore per Pierfranco Bruni presidente), imputato per tentata violenza privata e lesioni aggravate.

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

18 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»