In Israele è testa a testa tra Netanyahu e Gantz

I primi risultati attribuiscono ai loro partiti 32 seggi a testa
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Parità tra il partito del premier uscente Benjamin Netanyahu e quello dello sfidante Benny Gantz, con la prospettiva di un governo di coalizione: queste le indicazioni emerse oggi dai primi risultati delle elezioni legislative in Israele.

Secondo dati diffusi stamane, rilanciati dal ‘Jerusalem Post’ e dagli altri quotidiani nazionali, il Likud di Netanyahu e il Kahol Lavan di Gantz otterrebbero ciascuno 32 seggi in parlamento. Staccati gli altri partiti, con la Lista comune dei partiti arabi terza a quota 12 e la destra di Yisrael Beytenu e gli ultra-ortodossi dello Shas fermi a nove. A spoglio in corso, nella serata di ieri, Gantz ha detto di augurare a Israele “un buono e auspicabile governo di unità”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

18 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»