M5s, 7 sfidanti per Di Maio. Tra loro anche la senatrice Elena Fattori che tifava per lui

Sul blog di Grillo sono stati pubblicati gli otto nomi dei candidati premier
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Ecco i nomi degli 8 candidati alle primarie del M5s per la scelta del candidato premier:

Cicchetti Vincenzo

Di Maio Luigi

Fattori Elena

Frallicciardi Andrea Davide

Ispirato Domenico

Novi Gianmarco

Piseddu Nadia

Zordan Marco

Sul blog di Grillo e’ scritto inoltre: “Oggi alle 12 si è conclusa la fase di accettazione delle candidature come stabilito nelle Regole pubblicate il 15 settembre. Ringraziamo tutti coloro che hanno accettato la candidatura e hanno deciso di partecipare a questo importante momento della vita del MoVimento 5 Stelle”.

SENATRICE FATTORI SFIDA DI MAIO, IERI TIFAVA PER LUI

La senatrice Elena Fattori sfida Luigi Di Maio alle primarie del M5s. Deve essere una decisione maturata nelle ultime ore. Solo ieri Fattori appariva schierata con il vicepresidente della Camera. Come si vede nella foto allegata, poco dopo l’ufficializzazione della candidatura da parte di Di Maio, fattori lo ringraziava sulla sua pagina facebook. “Grazie Luigi!“, scriveva su una foto di Di Maio. Oggi lo sfida.

LEGGI ANCHE:

Di Maio balla da solo: è il ‘candidato unico’ alle primarie M5S

M5s, la provocazione di Saviano: “Mi candido a premier per tirarli fuori da situazione bulgara”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»