Tecnologia? Telelavoro? Arriva un videogame per riorganizzare gli #ufficidaincubo

A Bologna il 26 settembre si svolgerà una sfida senza precedenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – La posta elettronica non funziona, la stampante non stampa, domani arriva un nuovo dipendente e il suo portatile non è ancora configurato con la rete aziendale. Questi sono solo alcuni dei piccoli (o grandi) problemi che possono verificarsi ogni giorno in un’aziendaE se per diventare in grado di risolverli bastasse giocare con un videogame?

È l’idea di Elmec Informatica, provider di servizi IT (‘Information and technology’) con sette sedi in Italia (di cui una in Emilia-Romagna) e una in Svizzera, che ha realizzato un videogame sulla vita in ufficio.E ci farà giocare i responsabili IT aziendali, che si sfideranno in un luogo molto particolare: in mezzo alla storia dei videogiochi.

Sì perchè la presentazione del gioco si disputerà all’interno della biblioteca Renzo Renzi, dove si trova l’archivio videoludico della Cineteca di Bologna. Ovvero dove viene conservata la storia dei videogiochi e dove è possibile trovare tutti i videogame ‘cult’. All’interno di quell’archivio, martedì 26 settembre, durante un workshop organizzato da Elmec ci terrà “The Workplace Challenge #ufficidacincubo”, che vedrà i professionisti iscritti al corso sfidarsi al videogioco nel tentativo di migliorare le postazioni di lavoro in azienda.

Il gioco è stato realizzato dal game designer Pietro Polsinelli. In cosa consiste? Bisogna aiutare Salvo, l’IT manager di un’azienda tipo, a mantenere alto il livello di soddisfazione degli utenti rispondendo alle loro richieste. In cosa consiste il gioco? Bisogna aiutare Salvo, l’IT manager di un’azienda tipo, a mantenere alto il livello di soddisfazione degli utenti rispondendo alle loro richieste.

L’esperienza del videogame permette di trovarsi faccia a faccia con i problemi quotidiani della gestione aziendale in materia di tecnologia. Che spesso ultimamente vengono risolti con dotazioni tecnologiche all’avanguardia ma anche con nuove modalità di lavoro e collaborazione tra i dipendenti, possibili proprio grazie alla tecnologia. Lo è ad esempio lo smart working, o lavoro ‘agile’, che permette al dipendente di svolgere una parte di mansioni fuori dall’ufficio. I dati dell’Emilia-Romagna la dicono lunga: in tre anni la percentuale di aziende emiliane che forniscono ai propri dipendenti strumenti per lavorare da remoto, senza per forza rimanere seduti alla scrivania dell’ufficio (quindi pc portatili, smartphone e tablet) è aumentata dal 48,7% al 55,3% (dati Istat 2016).

 Per iscriversi al workshop bisogna compilare il format sul sito della Elmec. Al termine del workshop sarà possibile sfidarsi su alcuni dei videogiochi ‘cult’ della storia. Al ‘challenge’ di Bologna ne seguiranno uno a Torino (il 3 ottobre) e uno a Brescia (il 6 ottobre).

 

 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»