Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Cina, il manifatturiero cerca giovani e donne

Un modo per ridurre i costi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

cina_map2ROMA – Il rallentamento della crescita e il conseguente ribilanciamento verso il settore terziario ha portato il mercato del lavoro del manifatturiero alle dinamiche pre-stimoli.

Nel delta del fiume delle Perle gli annunci di assunzione sono diretti ad under 35 e preferibilmente di sesso femminile, un’inversione rispetto agli anni del miracolo cinese, quando le fabbriche accettavano di buon grado anche lavoratori maschi fino a 50 anni.

Il fatto e’ che mentre la riduzione degli ordini porta alla chiusura di molti impianti, quelli che sopravvivono optano per una riduzione selettiva del personale per arginare i costi. In tempi di scioperi e proteste, l’assunzione di una donna, comunemente ritenuta di indole piu’ docile, viene considerata un’opzione preferibile.

Una tendenza che mettera’ a dura prova l’assorbimento dei 270 milioni di lavoratori migranti, di cui nel 2015 l’eta’ media era di 38,6 anni.

(www.china-files.com)

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»