hamburger menu

A Palermo in fiamme la discarica di Bellolampo, spenti gli ultimi focolai

L'incendio era divampato all'interno della sesta vasca e per tutta la notte vigili del fuoco e operai dell'azienda hanno lavorato per circoscrivere il rogo

Pubblicato:22-08-2022 20:50
Ultimo aggiornamento:22-08-2022 20:50
Canale: Sicilia
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

PALERMO – Sono stati spenti anche gli ultimi focolai nella discarica di Bellolampo a Palermo, dove ieri si era sviluppato un incendio. Ne dà notizia la Rap, società partecipata del Comune che gestisce l’impianto. Le fiamme erano divampate all’interno della sesta vasca e per tutta la notte vigili del fuoco e operai dell’azienda hanno lavorato per circoscrivere gli ultimi focoali rimasti. Questa mattina gli operatori Rap hanno coperto i focolai rimasti accesi con della terra abbassando così il livello di ossigeno che alimentava le fiamme. Questo ha fatto sì che non ci fosse più bisogno di un ulteriore intervento dei Canadair. 

Nessun altro sito della discarica di Bellolampo è stato interessato dai fuochi e non è stato necessario interrompere il conferimento dei rifiuti provenienti dalla raccolta notturna. “Tutti i presidi di sicurezza sono stati attivati tempestivamente – informa Rap -. Fortunatamente la sesta vasca, già chiusa, e quindi dotata delle operazioni di copertura superficiale dei rifiuti, ha permesso di limitare la diffusione del fuoco, arginandone gli effetti”.

L’amministrazione comunale rinnova la raccomandazione agli abitanti delle zone limitrofe a Bellolampo (Borgo nuovo e Boccadifalco) alla “massima prudenza“, invitando a limitare “allo stretto necessario” l’esposizione all’aperto e “mantenendo chiuse le finestre durante la notte”.

La situazione è stata seguita in prima persona dal sindaco, Roberto Lagalla, che si è recato sul posto insieme con la vicesindaca Carolina Varchi. “A Bellolampo servono rinforzi per riuscire a spegnere le fiamme“, afferma Lagalla che ha chiamato il prefetto Giuseppe Forlani per chiedere l’intervento di un Canadair. Sul posto anche l’assessore regionale al Territorio e ambiente Toto Cordaro.

ARPA SICILIA ANALIZZA LA QUALITÀ DELL’ARIA DOPO IL ROGO

Dopo l’incendio nella discarica di Bellolampo, a Palermo, l’Arpa Sicilia sta elaborando i dati relativi alla qualità dell’aria nel capoluogo siciliano “anche al fine di valutare le possibili conseguenze ambientali”. Ne dà notizia la prefettura di Palermo, che oggi ha riunito il Centro di coordinamento soccorsi. Le fiamme a Bellolampo sono state domate e sono in corso le operazioni di bonifica.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-08-22T20:50:34+02:00