hamburger menu

Sabbia e conchiglie sequestrati ai vacanzieri di ritorno dalla Sardegna: multe salate all’aeroporto

I passeggeri trovati in possesso di sabbia e ciottoli hanno dichiarato di ignorare la normativa ambientale

Pubblicato:18-08-2021 12:35
Ultimo aggiornamento:18-08-2021 12:35
Canale: Ambiente
Autore:
sabbia conchiglie ciottoli sequestrati in sardegna
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

CAGLIARI – Continuano sull’isola i furti di sabbia, ciottoli e conchiglie in Sardegna: a luglio i funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Alghero, assieme ai militari della Guardia di finanza di Alghero e in collaborazione con il personale della Sogeaal Security, hanno sequestrato ingenti quantitativi di sabbia, ciottoli e conchiglie, trovati in possesso di alcuni passeggeri in partenza dall’aeroporto “Riviera del Corallo”. Complessivamente sono stati rinvenuti 1,4 chili di sabbia contenuta in bottiglie di plastica, 743 ciottoli di mare, 43 conchiglie e una roccia di 1,2 chili, illecitamente prelevati dagli arenili sardi di Is Aruttas nella penisola oristanese del Sinis, de Le Saline di Stintino e della spiaggia del Lazzaretto di Alghero.

Per i passeggeri coinvolti, che hanno dichiarato di ignorare la normativa ambientale in questione, è scattata una sanzione amministrativa che va da un minimo di 500 a un massimo di 3.000 euro.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2021-08-18T12:35:22+01:00