Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Afghanistan, Bonino: “Per Biden un disastro senza precedenti”

"I Talebani probabilmente avranno anche l'interesse, nei primi giorni, a mostrarsi moderati. Salvo che io non ci credo"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Io sono convinta che questa sia una grossissima tegola sulla testa di Biden, a pochi mesi dal suo insediamento. Biden ha fatto tutta la campagna elettorale con la parola d’ordine, che era anche una promessa, ‘America is back’. E non mi pare che sia tanto ‘back’. È stato Trump a fissare le regole e i tempi del ritiro, ma era veramente da ingenui pensare che l’annuncio, urbi et orbi, di un ritiro così significativo militarmente, non avrebbe portato i talebani a preparare un’offensiva per il controllo totale del Paese. Per Biden è certamente un disastro, di merito e d’immagine, senza precedenti o quasi“. Lo afferma la senatrice di +Europa ed ex ministro degli Esteri, Emma Bonino, in un’intervista a Il Riformista.

“Io penso che sarà molto difficile non associare questo disastro alla presidenza Biden e all’ennesima occasione mancata per la politica estera europea”. I corridoi umanitari, aggiunge Bonino, “andrebbero negoziati con i talebani, e non è roba da poco. Già all’aeroporto di Kabul gli aerei atterrano o decollano negoziando con i talebani. I quali probabilmente avranno anche l’interesse, nei primi giorni, a mostrarsi moderati. Salvo che io non ci credo. Io talebani ‘moderati’ non li ho mai visti né conosciuti. Il problema ormai non sono più neanche solo le donne. Sono donne, uomini, bambini. Per esempio, tutti quelli che hanno cooperato con la forza internazionale saranno visti e trattati come dei traditori, e cercheranno di scappare terrorizzati. Che poi le donne siano tornate vent’anni addietro questo lo sappiamo tutti”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»