Anelli (Fnomceo): “Il mondo del lavoro è pensato per gli uomini, ma bisogna dare spazio alle donne”

Il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri commenta in un'intervista alla Dire le parole dell'ex governatore della Bce, Mario Draghi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Una questione importante collegata ai giovani e’ quella femminile: noi viviamo una femminilizzazione della professione medica, il che significa che i contatti di lavoro e le modalita’ organizzative del lavoro devono cambiare per dare spazio e risposte alle esigenze delle donne”. Cosi’ Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (Fnomceo), commenta in un’intervista rilasciata alla Dire le parole pronunciate oggi dall’ex governatore della Bce, Mario Draghi, nel corso del suo discorso al Meeting di Rimini.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Draghi: “Ai giovani serve di più, la crisi può rubargli il futuro”

È un tema importante per la nostra professione– prosegue Anelli- perche’ si arriva a terminare il percorso formativo intorno ai 30 anni e l’immissione nel mondo del lavoro coincide con la famiglia e l’esigenza della maternita’. Bisogna allora conciliare questi due mondi e non renderli difficili come lo sono oggi. È un mondo pensato per gli uomini- conclude- invece bisogna pensarlo per tutti”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»