Spari nella base militare presso Bamako nel Mali, monito ambasciate: “Restate a casa”

La base di Kati é stata al centro delle vicende del golpe del 2012
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Colpi di arma da fuoco sono stati esplosi oggi a Kati, la principale base militare alle porte di Bamako, non lontano dal palazzo della presidenza del Mali: lo hanno riferito fonti della stampa locale, concordanti.
Alcune ambasciate, in particolare quelle di Francia e Norvegia, hanno chiesto agli abitanti di restare nelle proprie case “a causa del rischio di disordini nella citta’ di Bamako”. 
La base di Kati e’ stata al centro delle vicende del golpe del 2012.
Segnalati nella zona anche posti di blocco eretti da soldati, che avrebbero bloccato alcune strade.

COMUNITÀ AFRICANA AI MILITARI: ‘RISPETTATE COSTITUZIONE’ 

Un appello ai militari affinche’ “rientrino nelle loro caserme”, a seguito di quello che appare “un ammutinamento in un contesto sociopolitico gia’ molto complesso“, e’ stato rivolto oggi alle forze armate del Mali dalla Comunita’ economica degli Stati dell’Africa occidentale (Ecowas/Cedeao). In una nota diffusa nel pomeriggio, l’organismo regionale ha chiesto ai militari di “rientrare subito nelle loro caserme” e ha ribadito la propria “ferma opposizione a ogni cambiamento politico incostituzionale”

La crisi politica puo’ essere risolta solo con il “dialogo”: lo ha detto oggi Issa Kaou Djim, portavoce dell’alleanza di opposizione Mouvement 5 Juin, dopo che spari stati esplosi oggi nella principale base dell’esercito del Mali alle porte della capitale Bamako. “Ora non c’e’ alternativa al dialogo” ha detto il responsabile. “Stiamo cercando una soluzione democratica e speriamo che la situazione possa essere risolta senza disordini e nel rispetto della legge“. Dalla base, situata a Kati, a 15 chilometri dalla capitale, era partito il golpe nel 2012. Il presidente del Mali, Ibrahim Boubacar Keita, e’ contestato in piazza da mesi. Secondo fonti dell’agenzia Dire a Bamako, in citta’ questo pomeriggio ci si poteva muovere senza problemi e non erano stati eretti posti di blocco. “In strada non c’erano presenze militari specifiche” ha sottolineato una delle fonti. “Anche la televisione nazionale sta continuando a trasmettere regolarmente”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

18 Agosto 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»