Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Arrivano gli ultrà serbi, centro di Reggio Emilia blindato con i camion di Iren

La misura straordinaria, di cui non si ha memoria, è stata decisa dopo che i supporter della Stella Rossa hanno deciso di darsi appuntamento in centro
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO EMILIA – Piazza Prampolini, il cuore di Reggio Emilia, blindata fisicamente utilizzando i camion di Iren solitamente dedicati alla raccolta dei rifiuti.

La misura straordinaria, di cui non si ha memoria, è stata decisa questa mattina dopo che ieri, su Facebook, i supporter della Stella Rossa Belgrado (che gioca stasera al Mapei stadium contro il Sassuolo) hanno deciso di darsi appuntamento proprio in centro storico. “Esagono” quindi deserto, presidiato a vista da Polizia, Carabinieri e municipale e con la stragrande maggioranza dei negozi chiusi, nelle prime ore del pomeriggio alla vigilia del match.

Diversi gruppetti di tifosi serbi, in giro per le strade, ostentavano bottiglie di birra, a dispetto dell’ordinanza varata dal sindaco Luca Vecchi che vietava la vendita di alcol a partire dalle ore 14. Per contro, riferisce un testimone, il punto di accoglienza allestito in zona fiera per la tifoseria serba, dove vengono serviti prodotti tipici in segno di distensione, sembra essersi tutt’altro che riempito.

A parte il clima di tensione palpabile non si registra per ora nessun problema di ordine pubblico in centro.

“Abbiamo una cattiva fama che ci accompagna- spiega (in inglese) un tifoso della Stella Rossa Belgrado- ma non siamo tutti cattivi“. Come trova Reggio Emilia? “Non sono riuscito a vedere molto, tutte le strade sono bloccate. Ma l’Italia la amo comunque”. Come ormai noto, in occasione della partita sono impiegati nel servizio di sicurezza circa 400 agenti di forze dell’ordine e vigili urbani e il centro commerciale “i Petali” e la piscina “Acquatico” collegate al Mapei Stadium, sono rimasti chiusi. Anche due strutture sanitarie in zona stadio hanno subito modifiche ai normali turni di attività.

di Mattia Caiulo, giornalista

LEGGI ANCHE

Contro i tifosi violenti il sindaco di Reggio Emilia vieta l’alcol

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»