Ipotesi Trenta in Europa, la difesa alla Lega

La Lega potrebbe perdere il promesso commissario nel governo di Ursula Von Der Leyen a vantaggio di un'esponente del M5s
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Per ora e’ solo un’ipotesi, suffragata pero’ da ragionamenti che si rincorrono con insistenza in maggioranza dove non si nasconde piu’ che la Lega potrebbe perdere il promesso commissario nel governo di Ursula Von Der Leyen a vantaggio di un’esponente del M5s.

Si da’ per scontato infatti che la presidente della commissione non subira’ le indicazioni dei partiti nazionali ma sara’ lei in prima persona a scegliere un profilo idoneo per la sua squadra. Nel governo Conte la ministra Elisabetta Trenta ha costruito con Von Der Leyen un consolidato rapporto di stima nel periodo in cui entrambe hanno guidato i rispettivi dicasteri alla Difesa. Non a caso su un tema come quello dei migranti, le due ministre hanno parlato lo stesso linguaggio.

L’ipotesi, a quanto apprende l’agenzia Dire, lascerebbe spazio poi a un ulteriore rimpasto nell’esecutivo Conte, a vantaggio della Lega. In pole per la successione a Trenta, se questa venisse scelta da Von Der Leyen, ci sarebbe il sottosegretario Raffaele Volpi, leghista della prima ora con una lunga esperienza alla Difesa.
Si tratta di un quadro ipotetico che tuttavia prende le mosse da un dato di fatto politico che molti osservatori danno per scontato, e cioe’ che nella Commissione Von Der Leyen, Roma non avra’ il commissario alla concorrenza.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

18 Luglio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»