Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Roma, bimba rom ferita alla schiena: è grave. Possibile colpo di pistola ad aria compressa

carabinieri
E' giallo sul ferimento di una bambina rom di appena 1 anno avvenuto ieri pomeriggio intorno alle 14 lungo viale Palmiro Togliatti.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – E’ ricoverata in prognosi riservata all’ospedale Bambino Gesù, a Roma, e le sue condizioni sono gravi. E’ giallo sul ferimento di una bambina rom di appena 1 anno avvenuto ieri pomeriggio intorno alle 14 lungo viale Palmiro Togliatti.

La bambina sanguinante, con una ferita alla schiena, è stata accompagnata dai genitori all’ospedale Sandro Pertini e poi trasferita all’ospedale Bambino Gesù dove nella notte è stata sottoposta a delicato intervento chirurgico. I medici le hanno estratto un piccolo corpo estraneo in metallo, che verosimilmente potrebbe essere un piombino del tipo utilizzato per le armi ad aria compressa.

Al vaglio la versione dei genitori, domiciliati nel campo nomadi di via di Salone, che hanno raccontato di come si sarebbero accorti del ferimento della piccola solo quando la bimba, in braccio alla madre, ha iniziato a piangere e hanno quindi scoperto il sangue che colava sulla sua schiena.

L’episodio, hanno raccontato i rom, sarebbe avvenuto mentre la famiglia stava passeggiando su via Togliatti. Indagano sulla vicenda i Carabinieri della Compagnia Casilina e quelli della Stazione Alessandrino.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»