hamburger menu

Marche, i trattori della Coldiretti assediano la regione

ANCONA - Regione Marche presa d'assalto dalla protesta della Coldiretti.

Pubblicato:18-07-2016 16:08
Ultimo aggiornamento:18-07-2016 16:08
Canale: Marche
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

cold02ANCONA – Regione Marche presa d’assalto dalla protesta della Coldiretti. Quasi 2 mila tra agricoltori e allevatori oggi in corteo hanno manifestato contro il mancato pagamento dei danni causati dagli animali selvatici (cinghiali, lupi e altri animali selvatici ndr). I risarcimenti sono bloccati dal 2013. Si stimano danni di circa 4,5 milioni all’anno a terreni e allevamenti ed un altro milione e mezzo di euro per gli incidenti stradali causati dagli animali selvatici.

“Protestiamo contro i mancati pagamenti dei danni causati dagli animali selvatici e i tentativi dell’ente di rendere sempre più difficile l’ottenimento dei dovuti e sacrosanti indennizzi per coltivatori e semplici cittadini- spiega alla Dire il presidente di Coldiretti Marche Tommaso Di Sante- In un momento di difficoltà economica come quello attuale non si possono lasciare le imprese senza risarcimenti per così tanto tempo”.

cold01

Il governatore Luca Ceriscioli e l’assessore regionale alla Caccia Moreno Pieroni hanno così accolto una delegazione dei manifestanti che si sono dati appuntamento in via Michelangelo Buonarrotti ad Ancona per poi marciare con tanto di cartelli, striscioni e, soprattutto, trattori verso la Regione.

Strade chiuse intorno all’ente per consentire al corteo degli imprenditori agricoli, che indossavano la tradizionale maglia gialla della Coldiretti, di sfilare fino a palazzo Raffello.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2016-07-18T16:08:25+01:00