Sondaggio Agorà-Emg: Lega primo partito al 26,6%, fiducia in Conte al 44%. Ma uno su due si aspetta crisi di governo

Secondo un sondaggio Emg Acqua presentato ad Agorà, se si votasse oggi la Lega sarebbe il primo partito con il 26,6%, seguito dal Pd al 19,9% e dal M5s al 16,4%
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Secondo un sondaggio Emg Acqua presentato oggi ad Agorà, il programma condotto da Serena Bortone su Raitre, , se si votasse oggi la Lega sarebbe il primo partito con il 26,6%, seguito dal Pd al 19,9% e dal M5s al 16,4%. Poi Fratelli D’Italia al 14,0%, Forza Italia al 6,7%. Italia Viva è al 4,9%, Azione (Calenda) al 3,4%, La Sinistra 2,3%, Europa Verde al 1,8%, più Europa al 1,5%.

FIDUCIA IN LEADER, CONTE 44%, MELONI 35%, SALVINI 33%

Sempre secondo il sondaggio, è Giuseppe Conte il leader che riscuote maggiore fiducia tra gli intervistati con il 44%, seguito da Giorgia Meloni al 35%, Matteo Salvini al 33%, Nicola Zingaretti al 23%, Carlo Calenda al 22%, Luigi Di Maio al 21%, Silvio Berlusconi al 19%. Poi Giovanni Toti al 16%, Matteo Renzi al 15%, Vito Crimi al 12%.

LEGGI ANCHE: Sondaggio Dire-Tecnè: “Scendono Lega e Pd, Fdi supera il M5s”

44% CONSIDERA PROBABILE UNA CRISI DI GOVERNO, IL 31% NO

Alla domanda: “Considera probabile una crisi di governo?” ha risposto, “sì” il 44% degli intervistati, “no” il 31%. Il 25% preferisce non rispondere.

FIDUCIA NEL GOVERNO, ‘MOLTA O ABBASTANZA’ 36%, ‘POCA O NULLA’ 46%

Ancora secondo il sondaggio, il 46% degli intervistati ha “poca” o “per nulla” fiducia nel Governo. Il 36% invece ne ha “molta” o “abbastanza”. Il 18% preferisce non rispondere.

25% TRA ELETTORI M5S VORREBBE CONTE A CAPO DEL MOVIMENTO

“Chi vorrebbe oggi a capo del Movimento? A questa domanda, rivolta agli elettori M5s, ha risposto, “Giuseppe Conte” il 25% degli intervistati, “Luigi Di Maio” il 10%, “Alessandro Di Battista” il 9%, “Beppe Grillo” il 9%, “Vito Crimi” il 5%, “Virginia Raggi” il 4%, “Paola Taverna” il 4%, “Chiara Appendino” l’1%. Il 34% preferisce non rispondere.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

18 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»