hamburger menu

L’eritreo Girmay dalla gloria per la vittoria di tappa al ritiro per un tappo di spumante

Il ciclista, entrato nella storia per essere stato il primo africano nero a vincere una tappa al Giro, è stato colpito all'occhio sinistro dal tappo di spumante durante la premiazione

girmay_giro_italia_tappo_spumante

ROMA – Dalla festa al ritiro un po’ fantozziano. Biniam Girmay non ripartirà oggi per l’11esima tappa del Giro d’Italia (203 km da Sant’Arcangelo di Romagna a Reggio Emilia). Il ciclista eritreo della Intermarché-Wanty-Gobert, che ieri era passato alla storia come il primo africano nero a vincere al Giro, battendo in volata a Jesi Van der Poel, durante la cerimonia di premiazione è stato colpito dal tappo dello spumante
all’occhio sinistro
. Dopo aver marcato visita all’ospedale di Jesi per curare il trauma, e aver fatto ulteriori accertamenti, ha deciso di ritirarsi. Troppo il fastidio per continuare. Il suo Giro finisce così, in una festa finita male.

“FELICE PER LA VITTORIA MA TRISTE PER IL RITIRO”

“Grazie a tutta la squadra, allo staff. Quello che è successo ieri è stato incredibile. Sono molto
contento per il supporto, e la splendida atmosfera. La mia vittoria è di tutti. Sono contento ma anche un po’ triste per quello che è successo con lo champagne. Quando sono tornato in hotel ero contentissimo per la gara ma avevo un po’ di paura per l’occhio. Purtroppo ho bisogno di riposare per le condizioni
dell’occhio
. Adesso penso solo alle prossime gare”. Così in un messaggio video pubblicato dal suo team, la Intermarché-Wanty-Gobert, Biniam Girmay dice addio al Giro d’Italia.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-05-18T11:54:30+02:00