Giornale radio sociale, edizione del 18 maggio 2020

Approfondimenti e notizie sul sociale www.giornaleradiosociale.it
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ECONOMIA – Chiarimenti. L’Inail spiega che le aziende sono responsabili dell’infezione Covid solo se c’è dolo. L’Istituto precisa che dal riconoscimento come infortunio sul lavoro non discende automaticamente l’accertamento della responsabilità civile o penale in capo al titolare della ditta.

INTERNAZIONALE – Doppio allarme. La comunità mondiale non può più girarsi dall’altra parte e non vedere quello che sta accadendo in Libia. Il servizio di Fabio Piccolino.
La pandemia di Covid 19 e la situazione di conflitto sono una minaccia significativa alla vita nel paese africano: per questo Unicef, Unhcr, World Food Programme, Organizzazione Mondiale della Sanità e altre sigle hanno rilasciato una dichiarazione congiunta per esortare la comunità internazionale a non chiudere gli occhi sulla situazione di instabilità che mette in pericolo i civili, inclusi migranti e rifugiati, supportando l’appello delle Nazioni Unite a un cessate il fuoco globale e ad una pausa umanitaria per salvare vite e permettere alle autorità libiche e ai loro partner di dedicare le loro energie a fermare la diffusione del Coronavirus.

SOCIETA’ – Al via. Da giugno e per il periodo estivo, nuove offerte a carattere ludico ricreativo per i bambini di età superiore ai 3 anni e gli adolescenti. Saranno utilizzati gli spazi di scuole, ludoteche, centri per famiglie e oratori. Alle regioni la responsabilità di ampliare queste misure o di restringerle. Un percorso che coinvolge la rete educativa non formale, dei territori e del terzo settore.

SPORT – L’ambiente ringrazia. A Milano tutti in coda per comprarsi una bicicletta, l’utilizzo del servizio di bike sharing ha registrato un aumento del 67% e le famiglie corrono a rimodernare i mezzi a due ruote grazie agli annunci di super incentivi, mentre le aziende mettono a disposizione dei dipendenti flotte di bici. Una rivoluzione della mobilità, anche se è presto per capire se la tendenza sopravviverà a fine emergenza e furti.

DIRITTI – La musica si può fare solo insieme. Mozart14, l’associazione bolognese che promuove la musica anche come battaglia contro tutte le barriere, piange la morte del suo testimonial principale, Ezio Bosso. “Prima ancora di essere un grande musicista, era una splendida persona dotata di rara sensibilità e altruismo”. Inizia così il messaggio dell’associazione: “Ezio è stato per tutti noi un grande esempio di tenacia. Ha dimostrato a ognuno come guardare sempre al futuro.‘’. Per Bosso la bacchetta era magica, come disse in una intervista. 

CULTURA – La città che verrà. Padova Capitale europea del volontariato propone un bando per la selezione di 4 progetti di arte contemporanea che abbiano come obiettivo la ridefinizione dello stare assieme negli spazi urbani. Saranno privilegiate l’arte relazionale e le performance in linea con il tema scelto per la III edizione di Solidaria, il festival in programma per il prossimo settembre.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

18 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»