Facebook multato per 110 mln dall’Antitrust: mentì su collegamenti con Whatsapp

Nel 2014, al momento di acquistare Whatsapp, il social network assicurò che non poteva collegare tra loro gli account di Facebook con quelli di Whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Maximulta da 110 milioni di euro a Facebook per aver collegato gli account dei suoi utenti a Whatsapp (permettendo così anche il passsaggio dei numeri di telefono). La salatissima sanzione è stata decisa dall’Antitrust al colosso creato da Mark Zuckerberg con la motivazione di aver fornito “informazioni fuorvianti” al momento dell’acquisto di Whatsapp. Nel 2014, infatti, quando Facebook era deciso ad acquistare il servizio di messaggistica Whatsapp, il social network aveva assicurato alla Commissione Ue di non poter collegare gli account Facebook con quelli di Whatsapp, cosa che invece si è poi realizzata nel 2016.

Questa ‘stangata’ vuole essere “un chiaro segnale” alle società che “devono rispettare le regole Ue, incluso l’obbligo di fornire informazioni corrette”, ha dichiarato la commissaria alla concorrenza Margrethe Vestager. La multa imposta a Facebook è «proporzionata e deterrente», ha avvertito la commissaria alla concorrenza.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»