Agricoltura, sbloccati pagamenti per 13 milioni da Agea

POTENZA - “Più di 13 milioni di euro sbloccati
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

agricolturaPOTENZA – “Più di 13 milioni di euro sbloccati per la Basilicata di cui circa il 32% destinate ad enti pubblici, saldate circa 274 istruttorie. Abbiamo ricevuto l’ufficialità del pagamento da parte dell’organismo pagatore Agea per le domande relative alle misure del Psr Basilicata 2007-2013 chiuse entro il 31 dicembre 2015”. Lo rende noto l’assessore alle Politiche agricole e forestali della Basilicata Luca Braia.

Si avvia finalmente verso la regolarità il flusso dei pagamenti Agea con il decreto n. 11 che comprende erogazioni per la Basilicata per un totale di 13,04 milioni di euro. Questo primo sblocco da parte di Agea per la nostra regione- sottolinea Braia – è frutto anche dell’attività determinata di pressione politica nelle sedi istituzionali e di sollecitazione, monitoraggio e controllo che abbiamo portato avanti insieme agli uffici del Dipartimento. Va recuperata efficienza ed efficacia sul gravoso problema dei ritardi dei pagamenti, unitamente alla necessaria e improrogabile riorganizzazione funzionale della stessa Agea”.

Continueremo mantenere alta l’attenzione sul tema – conclude l’assessore Luca Braia – con una azione di monitoraggio quotidiana per tutto quanto ancora in attesa di saldo relativamente alle ultime istruttorie il cui pagamento è ancora sospeso, per evitare che la nuova programmazione del Psr Basilicata 2014-2020 parta con questo handicap”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»