Roma come Londra, Sgarbi: “Servirebbe un sindaco musulmano”

Secondo il critico d'arte "uno straniero o un musulmano guarderebbe Roma con il giusto distacco e si accorgerebbe, venendo da fuori, della sua grandezza"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

sgarbiROMA  – A Roma “servirebbe un sindaco musulmano, perché musulmani non sono soltanto terroristi dell’Isis, ma persone che hanno rapporti con l’occidente molto completo e maturato. Come dimostra il musulmano che guida Londra”. Lo ha detto Vittorio Sgarbi, intervenuto questa mattina ai microfoni di Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it), nel corso del format ‘Ecg Regione’, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.

“Uno straniero o un musulmano potrebbe guidare Roma meglio di un altro candidato- ha aggiunto- perché la guarderebbe con il giusto distacco e si accorgerebbe, venendo da fuori, della sua grandezza. Chi guarda Roma con occhi diversi può comprendere quanto sia sublime l’Urbe eterna“.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»