Elezioni anticipate in Gb, Emiliano e Orlando contro Renzi, alla Camera riparte dibattito su biotestamento

[video width="800" height="450" mp4="https://media.dire.it/2017/04/20170418_Tg_politico_TOSCAESITO.mp4" poster="https://www.dire.it/wp-content/uploads/2017/02/tg_politico.jpg"][/video] Ecco i titoli e il tg politico realizzato dall'agenzia DIRE: GRAN BRETAGNA, ANNUNCIO A
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Ecco i titoli e il tg politico realizzato dall’agenzia DIRE:

GRAN BRETAGNA, ANNUNCIO A SORPRESA: ELEZIONI L’8 GIUGNO

La premier britannica Theresa May ha annunciato il voto anticipato in Gran Bretagna per l’8 giugno, scenario che aveva più volte escluso nei mesi scorsi. La leader dei Conservatori, in testa nei sondaggi, ha motivato questa scelta come un modo per superare le divisioni sulla Brexit. Laburisti, liberlademocratici e indipendendi scozzesi si oppongono all’uscita dall’Europa, “ma noi dobbiamo garantire certezza e stabilità negli anni a venire”, ha detto May.

EMILIANO E ORLANDO CONTRO RENZI: CON LUI SI PERDE

Emiliano e Orlano all’attacco di Matteo Renzi. Secondo i due sfidanti alla segreteria del Pd l’ex premier rappresenta un ostacolo al centrosinistra unito. “Dobbiamo batterci perchè il Pd non diventi il partito di una persona sola”, osserva il ministro della Giustizia. Per il governatore della Puglia la vittoria di Renzi al congresso porterebbe al voto anticipato: “Ma lui ci farebbe perdere, occorre ricostruire il centrosinistra”, sostiene Emiliano.

BIOTESTAMENTO. RIPARTE IL CONFRONTO SULLA LEGGE

(immagini Riflettori di nuovo accesi sul testamento biologico. (DIRE) Roma, 18 apr. – A partire da domani in aula alla Camera riprendono le votazioni sulla legge. Il testo consente al paziente di rifiutare anche nutrizione e idratazione artificiali, considerate trattamenti sanitari. Su questo si registrano forti resistenze da parte di centristi e Lega Nord che considerano il ddl una sorta di ‘eutanasia mascherata’, volta a far morire i pazienti di fame e di sete.

LATTE E FORMAGGI, DA DOMANI OBBLIGO DI ETICHETTA

Da domani obbligatoria l’indicazione in etichetta dell’origine della materia prima dei prodotti lattiero caseari come ad esempio il latte Uht, il burro, lo yogurt, la mozzarella, i formaggi e i latticini. L’obbligo si applica al latte vaccino, ovicaprino, bufalino e di altra origine animale. Lo scopo è segnare la differenza con i prodotti che usano latte importato. “Un traguardo storico per il nostro Paese”, per il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina, che “consente di creare un nuovo rapporto tra produttori e consumatori”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»