Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Incontro in Vaticano Mattarella-Francesco: “La Ue intervenga sui migranti”

[caption id="attachment_6536" align="alignleft" width="300"] Papa Francesco e S.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Papa Francesco e S. Mattarella
Papa Francesco e S. Mattarella

ROMA – Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è oggi in visita ufficiale in Vaticano, dove ha incontrato Papa Francesco. Lavoro e migranti al centro del loro dialogo.

“Le porgo, accanto al mio personale, il saluto del popolo italiano, il cui affetto nei Suoi confronti vediamo crescere giorno dopo giorno. Vorrei anche esprimerLe gratitudine per le parole di speranza che Ella ha voluto indirizzare a quella che ha definito “cara Nazione italiana” in occasione del saluto al Corpo Diplomatico accreditato presso la Santa Sede”. Inizia così il suo discorso il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

“Sono parole che aiutano a recuperare pienamente quei valori di solidarietà e attenzione reciproca che sono, e rimangono, alla base del sentire del nostro popolo, particolarmente nei momenti di crisi”, aggiunge il Capo dello Stato.

 

Il pensiero va poi ai migranti e alle stragi che insanguinano il Mediterraneo. “Le istituzioni e la società italiane sono impegnate, con generosità, per fronteggiare questa emergenza e l’Italia invoca da tempo un intervento deciso dell’Unione Europea per fermare questa continua perdita di vite umane nel Mediterraneo, culla della nostra civiltà- commenta Mattarella a proposito del dramma dei profughi e della migrazione nel bacino del Mediterraneo- . Con quelle vite spezzate si perde  la speranza di tante persone e si compromette la dignità della comunità internazionale”.

PAPA FRANCESCO: SOLLECITARE IMPEGNO UE E INTERNAZIONALE – “Non dobbiamo stancarci nel sollecitare un impegno piu’ esteso a livello europeo e internazionale”, sostiene Papa Francesco a proposito dei migranti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»