Bologna, studenti cantano ‘Nel blu dipinto di blu’ nella lingua dei segni

salvemini volare in lingua dei segni
Gli allievi del Salvemini di Casalecchio di Reno hanno realizzato un video in cui interpretano il testo della canzone di Modugno in LIS
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Un “piccolo esercizio con le mani, per chi crede nel domani. Un piccolo esercizio di speranza in una lingua universale, e tutti possono farlo insieme a noi”. È la descrizione del video realizzato dagli studenti dell’Itcs Salvemini di Casalecchio di Reno, a Bologna. Si chiama ‘Learning to fly‘ e – come spiega il preside Carlo Braga in una nota – è pensato per offrire “in un momento difficile un momento di leggerezza”.

Nel video gli alunni bolognesi cantano ‘Nel blu dipinto di blu’ nella Lingua dei Segni. La scena è tratta dallo spettacolo ‘Bluebird. Una lezione sulla bellezza’, realizzato da studenti e studentesse, diretti da Massimiliano Briarava e tratto da ‘L’uccellino Azzurro’ di Maurice Maeterlinck e dall’omonimo film muto del 1918. Lo spettacolo era andato in scena il 5 dicembre 2019, poche settimane prima che “per tutti noi e per tutte le scuole cominciasse un anno molto duro. Un anno dopo siamo ancora e duramente messi alla prova, ma ancora più forte è la nostra fiducia nel futuro. Lanciamo questo auspicio. Siamo una scuola che vola. Che ci prova, sempre e anche ora. Siamo pronti a ricominciare”, spiegano i ragazzi e le ragazze.

LEGGI ANCHE: Bologna, il vigile racconta: vai per rimozione ma ti chiedono di tutto

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»