Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Prima al Comunale di Bologna, riecco le auto blu in piazza Verdi

Ieri sera alle 22.30 c'erano una sfilza di auto blu parcheggiate in piazza Verdi, che è pedonale. Il 'fattaccio' era già successo nel 2013
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – A volte ritornano. Ovvero: riecco le auto parcheggiate davanti al Teatro comunale di Bologna, quindi in piazza Verdi, che però sarebbe pedonale. La segnalazione riguarda la serata di ieri ed arriva dal consigliere comunale Andrea Colombo (Pd), che su Facebook pubblica una foto scattata intorno alle 22.30 che inquadra diversi veicoli (neri e di grossa cilindrata) uno di fianco all’altro davanti all’ingresso di un Comunale ampiamente illuminato.


“Ecco a voi la piazza pedonale”, scrive Colombo: “Proprio un bello spettacolo”. Per la serata di ieri, il calendario del Teatro prevedeva il debutto del nuovo “Barbiere di Siviglia“, di Gioachino Rossini. “Non possono farsi venire a prendere al termine della soiree?”, scrive un’altra consigliera comunale del Pd, Isabella Angiuli, commentando la foto pubblicata da Colombo. Scatto del tutto simile a quello che nel 2013 scatenò accese polemiche in città. In quell’occasione fu l’associazione Bologna pedonale a denunciare il caso delle “auto blu” parcheggiate in piazza Verdi: l’occasione, in quel caso, era la prima del “Macbeth”.

All’epoca l’assessore alla Mobilità era proprio Colombo, che criticò duramente l’episodio (“Offende i tanti bolognesi che ogni giorno per muoversi in città rispettano le regole”) spiegando che il Comune non aveva autorizzato la sosta in piazza Verdi e che nessun rappresentante di Palazzo D’Accursio aveva raggiunto il Teatro in auto blu. Si parlò invece di un’ordinanza della Questura, finalizzata a garantire l’entrata e l’uscita delle autorità dal Comunale limitando il rischio di eventuali contestazioni: a questa si erano dovuti attenere anche i vigili urbani. “Non si ripeta più”, dichiarò in quell’occasione il sindaco Virginio Merola, assicurando che l’amministrazione avrebbe preso “provvedimenti” a tal fine. In effetti, a quanto si apprende, dopo quell’episodio la Giunta aveva deciso di ripristinare la chiusura fisica della piazza, dando disposizione alla Municipale di evitare il ripresentarsi di simili situazioni.

Così è andata per un po’ ma, a quanto pare, giusto un anno fa l’amministrazione (secondo mandato Merola) avrebbe emanato un’ordinanza che autorizza i taxi e le auto Ncc ad entrare nell’area pedonale per due ore in occasione di tutti gli spettacoli del Teatro comunale, disponendo anche l’eliminazione dei fittoni e delle catene.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»