Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

L’intervista ad Angiolo Marroni: “Lascio l’incarico da garante dei detenuti e meno carcerati nelle prigioni della regione”

Il Garante dei Detenuti del Lazio intervistato dall'agenzia DIRE
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

angiolo marroniROMA  –  Dopo dieci anni finisce l’era di Angiolo Marroni. Il Garante dei Detenuti del Lazio, infatti, non parteciperà al bando del Consiglio regionale scaduto il 13 marzo scorso e che ha visto arrivare 15 domande. “Non ho partecipato intanto perché la legge Madia sostiene che questo incarico, che è di natura amministrativa, non può essere preso da un pensionato- ha detto Marroni, intervistato dall’agenzia DIRE- Ma soprattutto non ho presentato la mia domanda perché dopo 10 anni e’ giusto che ci sia un avvicendamento”.

Che cosa lascia a chi verrà dopo di lei? “Una situazione carceraria del Lazio con meno detenuti di quanti ne avevo trovati è una presenza esterna molto forte di questo ufficio. Tutti gli istituti hanno siglato accordo con le Asl e poi ci sono tanti progetti avviati a livello culturale. Insomma lascio una situazione migliore di quella che avevo trovato è sicuramente la migliore d’Italia”.

Il resto della notizia in abbonamento nel notiziario

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»