White Shark, tra gli arrestati a Palermo anche il fratello della vedova di Vito Schifani

Si tratta di Giuseppe Costa, cognato di uno dei tre agenti di scorta morti nella strage di Capaci in cui persero la vita il magistrato Giovanni Falcone e la moglie Francesca Morvillo
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

PALERMO – Tra gli arrestati nel blitz ‘White Shark’ della Direzione investigativa antimafia di Palermo, che ha colpito la famiglia mafiosa dell’Arenella, c’e’ anche Giuseppe Costa, fratello di Rosaria, vedova di Vito Schifani, uno dei tre agenti di scorta morti nella strage di Capaci in cui persero la vita il magistrato Giovanni Falcone e la moglie Francesca Morvillo.

Costa, 52 anni, secondo l’impianto accusatorio avrebbe “fatto parte della famiglia mafiosa di Vergine Maria, mantenendo rapporti con esponenti mafiosi di altre famiglie”.

Secondo il gip, Costa, accusato di associazione mafiosa, avrebbe “organizzato e coordinato attività estorsive, nonchè atti ritorsivi nei confronti di imprenditori e commercianti della zona”. Tra le accuse anche quella di “avere provveduto al mantenimento degli affiliati detenuti e alla corresponsione pro quota dei proventi dell’associazione mafiosa”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

18 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»