VIDEO | Blitz antidroga a Catania, scoperti due turni di spaccio

Con l'operazione 'Cattivo Tenente' è stata smantellata l'organizzazione criminale che operava nel quatiere di San Giovanni Galermo. Tredici le misure cautelari eseguite
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Una piazza di spaccio regolata alla perfezione con una distribuzione dei compiti tra pusher, vedette e custodi della droga, oltre che con un orario di lavoro. È quanto scoperto dalla polizia di Catania con l’operazione ‘Cattivo Tenente’ che ha smantellato una organizzazione dedita allo spaccio di marijuana nel quartiere di San Giovanni Galermo.

Le misure cautelari eseguite sono tredici, e non quattordici come precedentemente comunicato dalla polizia: sei indagati sono finiti in carcere e due ai domiciliari, mentre per altri cinque è scattato l’obbligo di firma.

L’indagine è stata avviata nel 2017 dagli agenti della Mobile e del commissariato Nesima, con il coordinamento della Procura etnea. Epicentro dello spaccio via Balatelle, con due turni orari: dalle 10 alle 14 e dalle 15 alle 20. La droga veniva venduta all’interno dei portici dei palazzi, con un giro che arrivava a duecento cessioni giornaliere.

La marijuana era nascosta in una botola ricavata nel terreno, dove i pusher si rifornivano per lo spaccio. Le attività della banda sono state immortalate dalle telecamere piazzate dagli investigatori. Il blitz è stato denominato ‘Cattivo Tenente’ in virtù del ruolo di “capo promotore” che, secondo la polizia, sarebbe stato ricoperto da Orazio Tenente, uno degli indagati, che avrebbe avuto come “braccio destro” il fratello Luigi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

18 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»