hamburger menu

Africa, il Kenya accusa la Somalia: è scontro sul petrolio

Condividi su facebook Condividi su twitter Condividi su whatsapp Condividi su email Condividi su print ROMA - Il controllo di riserve di idrocarburi individuate al

Pubblicato:18-02-2019 13:49
Ultimo aggiornamento:18-02-2019 13:49
Canale: Articoli
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Il controllo di riserve di idrocarburi individuate al largo della costa africana dell’Oceano Indiano ha innescato uno scontro politico-diplomatico tra il Kenya e la Somalia.

Il governo di Mogadiscio è stato accusato nel fine-settimana di aver assegnato concessioni a società straniere in un’area contesa, situata a ridosso del confine, rispetto alla quale era già stata chiamata a pronunciarsi la Corte internazionale di giustizia dell’Aja.

Il Kenya ha poi richiamato il proprio ambasciatore e denunciato la rottura di un rapporto che sarebbe stato finora fondato, dalla parte di Nairobi, sulla “generosità” e “l’accoglienza di centinaia di migliaia di rifugiati” somali.

Mogadiscio ha risposto negando che le concessioni riguardino l’area contesa, estesa per 100mila chilometri quadrati. Proprio a ridosso di questa zona il Kenya aveva già assegnato all’italiana Eni permessi che sarebbero ora contestati dalla Somalia.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2019-02-18T13:49:02+01:00