Africa, il Kenya accusa la Somalia: è scontro sul petrolio

Condividi su facebook Condividi su twitter Condividi su whatsapp Condividi su email Condividi su print ROMA - Il controllo di riserve di idrocarburi individuate al
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il controllo di riserve di idrocarburi individuate al largo della costa africana dell’Oceano Indiano ha innescato uno scontro politico-diplomatico tra il Kenya e la Somalia.

Il governo di Mogadiscio è stato accusato nel fine-settimana di aver assegnato concessioni a società straniere in un’area contesa, situata a ridosso del confine, rispetto alla quale era già stata chiamata a pronunciarsi la Corte internazionale di giustizia dell’Aja.

Il Kenya ha poi richiamato il proprio ambasciatore e denunciato la rottura di un rapporto che sarebbe stato finora fondato, dalla parte di Nairobi, sulla “generosità” e “l’accoglienza di centinaia di migliaia di rifugiati” somali.

Mogadiscio ha risposto negando che le concessioni riguardino l’area contesa, estesa per 100mila chilometri quadrati. Proprio a ridosso di questa zona il Kenya aveva già assegnato all’italiana Eni permessi che sarebbero ora contestati dalla Somalia.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»