Arresto Rizzi, Salvini: “Se qualcuno nel nome della Lega si è arricchito, prima dei giudici i calci in culo li tiro io”

"Se ci sono elementi denaro e altri fatti oggettivi non difendo nessuno, puo' anche essere anche mio fratello"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

salvini alla dire (7)

Se ci sono elementi denaro e altri fatti oggettivi non difendo nessuno, puo’ anche essere anche mio fratello. Se qualcun nel nome della Lega si è arricchito prima dei giudici i calci in culo li tiro. Prima dei giudici arrivo io”. Lo dice Matteo Salvini, segretario della lega nord, ospite di ‘Coffee break’ su La7, sull’inchiesta che ha portato  all’arresto del consigliere regionale lombardo del Carroccio  Fabio Rizzi.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»