Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Rifiuti, Galletti: “Il settore del vetro è un’avanguardia per l’economia circolare”

L’Italia, con Assovetro, è in prima linea per rafforzare il ruolo di eccellenza che questa filiera rappresenta
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
G. Galletti
G. Galletti

ROMA – “L’economia circolare è la scelta strategica che l’Italia ha compiuto per uno sviluppo che sia sostenibile e, in prospettiva, a rifiuti zero e de-carbonizzato“. Una scelta diventata “una sfida globale dopo l’intesa mondiale sul clima siglata a Parigi nel dicembre scorso”. In questo ambito il settore del vetro, riciclabile al 100%, “è certamente una avanguardia virtuosa per le alte performance di recupero e riuso di materia”. Gian Luca Galletti, ministro dell’Ambiente, lo dice in occasione della presentazione del rapporto ‘Il riciclo del vetro e i nuovi obiettivi europei per la circular economy’, realizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile per conto di Assovetro.

L’Italia, con Assovetro, è in prima linea per rafforzare il ruolo di eccellenza che questa filiera rappresenta– riconosce Galletti- sia dal punto di vista ambientale che economico e occupazionale”. L’Associazione nazionale degli industriali del vetro, aderente a Confindustria, infatti, conta 20.200 occupati, produce 1,4 miliardi di Pil e con il 70% degli investimenti green. Il settore della produzione e riciclo del vetro, segnala Assovetro, è anche un importante driver economico per tutta l’Europa: ha generato 125.000 posti di lavoro, contribuendo con 9,5 miliardi al Pil europeo e riducendo del 48% l’utilizzo di materie prime.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»