Gentiloni: “Debito calato, non dilapidare risultati costati sacrifici”

ROMA – “Abbiamo ridotto il deficit e abbiamo conti non in ordine ma molto in ordine, il debito era al 3%, sarà al 2% per l’anno appena concluso. Abbiamo una situazione stabile di avanzo primario e dobbiamo partire dalla consapevolezza che questi risultati che sono costati sacrifici a famiglie, imprese e lavoratori non possono esser dilapidati. Sarebbe assolutamente irresponsabile”. Paolo Gentiloni, presidente del Consiglio, lo dice intervenendo alla cerimonia di inaugurazione dell’Anno Accademico 2017-2018 della Luiss.

Passare dalla fase attuale di stabilizzazione ad una riduzione graduale e sostenibile del nostro debito pubblico

“Quindi- prosegue Gentiloni- quando si parla di prossima legislatura guai a dimenticare tra gli obiettivi uno di quelli piu importanti che dobbiamo avere, e cioè passare dalla fase attuale di stabilizzazione con una leggerissima flessione del debito pubblico ad una riduzione graduale e sostenibile del nostro debito pubblico”.

18 Gennaio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»