Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Movida blindata a Napoli per Natale e Capodanno, niente concerto di fine anno in piazza

piazza-plebiscito-pixabay-min
"Non penso che chi mangia per strada sia un cafone" sostiene il sindaco Manfredi in risposta alle dichiarazione del governatore De Luca
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – In occasione delle festività natalizie, dal 24 al 31 dicembre, nelle aree della movida sarà vietato vendere bevande in contenitori, anche al banco e ai tavoli all’aperto. Sarà consentita solo la commercializzazione delle bibite in bicchieri di plastica leggera o carta. Lo dispone un’ordinanza firmata pochi minuti fa dal sindaco di Napoli Gaetano Manfredi. Nelle stesse aree, in caso di assembramenti, è possibile l’interdizione di strade per il tempo strettamente necessario a ripristinare le condizioni di sicurezza.

Le disposizioni valgono per 31 vie della città di Napoli, situate tra il centro storico, la zona universitaria, l’area dei baretti di Chiaia, i Quartieri spagnoli. L’ordinanza è stata definita al termine di una riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, svoltasi oggi in prefettura. Individuato l’elenco di strade e piazze nelle quali si ritiene più elevato il rischio di affollamenti e, quindi, di potenziale diffusione del contagio. 

A CAPODANNO NIENTE EVENTO IN PIAZZA, SARÀ TRASMESSO IN TV

La condizione epidemica è tale che, dopo essermi consultato anche con i miei colleghi di altre grande città, realizzare una festa all’aperto diventa molto complicato. Pensavamo di farla con posti a sedere, ma la gestione dell’affollamento è molto complicata”. Il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi annuncia così la decisione di annullare l’evento che doveva svolgersi la notte di Capodanno in piazza del Plebiscito. L’iniziativa si svolgerà a porte chiuse nel Maschio Angioino “e sarà trasmessa in diretta sulle televisioni private napoletane – spiega Manfredi -. Festeggeremo lo stesso, ma in tv. È anche un modo per essere sempre comunque vicini ai cittadini napoletani”.

MANFREDI: “NON PENSO CHE CHI MANGIA PER STRADA SIA UN CAFONE

“Non penso che chi mangia per strada sia un cafone, del resto ognuno di noi ha sempre mangiato per strada. È una caratteristica che abbiamo un po’ tutti”. Lo ha detto il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, commentando le recenti dichiarazioni del governatore della Campania Vincenzo De Luca. Il presidente della Regione, parlando dell’ordinanza che introduce nuove restrizioni per le festività natalizie, tra cui quella di bere e mangiare in strada, aveva spiegato che: “È vietato fare i cafoni, cioè consumare le pizze in mezzo alla strada come i profughi”.

LEGGI ANCHE: Arriva l’ordinanza anti-movida di De Luca per le feste, ecco cosa prevede

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»