Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Premiati i vincitori del Global Junior Challenge 2021

Global Junior Challenge 2021
Il concorso dedicato a Tullio De Mauro per la scuola che innova e include
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un progetto territoriale che ha coinvolto tutta la comunità locale per sensibilizzare giovani e famiglie al rispetto per l’ambiente; un’installazione didattica all’aperto per riutilizzare i vecchi banchi biposto; una ‘Radio Magica’ che anche durante il lockdown ha permesso ai ragazzi di abbattere le distanze e continuare a sognare. Sono i progetti della scuola che innova e sperimenta, premiati questa mattina nell’aula Giulio Cesare del Campidoglio, a Roma, nell’evento finale del Global Junior Challenge, il concorso internazionale promosso dalla Fondazione Mondo Digitale in collaborazione con il Centro Studi Erickson e il patrocinio di Roma Capitale.

L’iniziativa, dedicata al linguista Tullio De Mauro, nel 2021 si è concentrata sulla valorizzazione di esperienze che hanno saputo puntare sull’uso inclusivo delle nuove tecnologie per un’istruzione di qualità per tutti in emergenza. Un’occasione per riflettere sul concetto di scuola come sistema complesso e sul suo ruolo centrale anche per lo sviluppo dei territori e delle comunità. Ad aprire la giornata, il saluto del premio Nobel Giorgio Parisi, che ha ricordato la persona e il lavoro di Tullio De Mauro, e invitato le scuole a innovare e sfruttare gli strumenti digitali. Commossa Silvana Ferreri De Mauro, moglie del linguista, che ha ricordato le capacità dello studioso di fare innovazione e fare innovazione all’interno della scuola.

“Aveva la capacità di spingersi dove pochi prima di lui erano andati, su strade nuove- ha spiegato- Una capacità che l’ha accompagnato per l’arco di tutta la sua vita. Questa iniziativa è importante perché premia la scuola che innova e include, portando tutti a livelli alti ma senza lasciare nessuno indietro, non una scuola per pochi eletti. E questa era la scuola che voleva De Mauro: vogliamo volare alto insieme a tutti i nostri ragazzi”. “In questi anni abbiamo visto migliaia di progetti, premiando sempre l’eccellenza- ha sottolineato Alfonso Molina, direttore scientifico della Fondazione Mondo Digitale- la scuola italiana ha sempre fatto innovazione, ma molto è stato lasciato all’iniziativa singola, a presidi illuminati o insegnanti innovatori. Non c’è stato un aspetto sistemico e lungimirante. Le criticità della scuola non possono invalidare il fatto che tanti dirigenti, docenti e studenti hanno dato il meglio di sé, affrontando con coraggio e determinazione la sfida della pandemia. La scuola italiana non può perdere la spinta introdotta dalla pandemia né spegnere le iniziative dei docenti. Non ci sarà più un altro investimento storico come quello del Pnrr”.

I vincitori del Global Junior Challenge 2021, premiati con la medaglia di bronzo di Roma Capitale, sono: ‘La sfida della s.O.S.Tenibilità’ dell’IC ‘Taverna’ di Montalto Uffugo (Cosenza), per la categoria ‘Educazione fino ai 10 anni’; ‘A train to Europe’ dell’IC ‘Arnolfo di Cambio’ di Colle Val d’Elsa (Siena) per la categoria ‘Educazione fino ai 15 anni’; ‘Double desk trib[ut]e’ dell’IIS ‘via Roma 298’ di Guidonia (Roma) per la categoria ‘Educazione fino ai 18 anni’; ‘In viaggio con Radio Magica’ di Fondazione Radio Magica Onlus per la categoria ‘Educazione fino ai 29 anni’; ‘Pelle elettronica’ dell’ITI Ferraris di Napoli, per la categoria ‘Inserimento dei giovani nel mondo del lavoro’. Il premio speciale Tullio De Mauro, istituito per proseguire l’impegno civile del maestro e valorizzare il ruolo di docenti e dirigenti innovatori, è stato assegnato a Luca Scalzullo, docente di tecnologia all’IC ‘Rita Levi Montalcini’ di Salerno e a Salvatore Lentini, dirigente scolastico dell’IC Daniele Spada di Sovere (Bergamo).

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»