Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Pd, Zingaretti: “Accordo con D’Alema? Buffonate”

ROMA - "Ricominciare da D'Alema? Buffonate. Mentre il governo annaspa, una parte del gruppo dirigente del Pd perde tempo a discutere
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Ricominciare da D’Alema? Buffonate. Mentre il governo annaspa, una parte del gruppo dirigente del Pd perde tempo a discutere tra di noi. Io faccio un appello: meno sospetto e piu’ rispetto. Io non ho fatti accordi con nessuno”. Cosi’ Nicola Zingaretti a proposito di quanto pubblicato da Carlo Calenda su Twitter a riguardo un accordo tra Pd e Massimo D’Alema.

“TORNANO I DS? UNA FAKE NEWS”

Lotti teme la ricostituzione dei Ds? “E’ una fake news. Mi spiace che si usino questi argomenti falsi. Io sono stato il primo capogruppo a Bruxelles di Uniti con l’Ulivo, quando il Pd ancora non esisteva. Io ero Pd quando ancora non esisteva e alcuni di quelli che parlano non ne facevano parte. E io ho fatto vincere mentre altri perdevano”, risponde Nicola Zingaretti, ad Agora’.

“RESPONSABILI DELLA SCONFITTA STANNO CON MARTINA”

“Il vecchio gruppo dirigente, responsabile della sconfitta, sostiene l’ex vicesegretario. E’ legittimo ma io credo che bisogna voltare pagina”. 

“SOVRANISMO SERVE A COATTO CHE FA SELFIE IN SPIAGGIA”

Il ‘sovranismo’ “è utile a qualche personaggio che per il proprio partito si fa i selfie sulle spiagge e fa il coatto. Sa chi paga?”. Il coatto è “chi fa della politica solo propaganda senza guardare in faccia i bisogni e le tragedie umane degli italiani”, precisa su richiesta Zingaretti senza tuttavia nominare il destinatario della caustica definizione. Coatto “forse non lo dovevo dire”, aggiunge Zingaretti, ma “voglio denunciare l’arroganza con la quale si dicono le bugie agli italiani promuovendo sé stessi”. Piuttosto come Italia “abbiamo un posto nel mondo e possiamo aspettarci un posto nel mondo molto migliore di queste baggianate- dice Zingaretti- non sopporto più si continui a parlare di sovranismo nel 2019: vogliamo tornare ai granducati? Ai principati? Qui, forse, con l’Europa unita, forse ce la facciamo contro cinesi, americani e russi, e noi siamo quattro mesi che stiamo parlando di una cosa che non esiste al mondo”.

“RIGORE NO TABU’ SE CONCORDATO CON EUROPA”

Il rigore di bilancio non è un tabù “se concordato con l’Europa”.  “I Governi di centrosinistra hanno sempre trattato con l’Europa anche per avviare politiche di sviluppo. Si chiama ‘via stretta’”. Continua Zingaretti: “Loro hanno negato questa necessità e portato l’Italia in una condizione umiliante”.

“FAR VOTARE 16ENNI ALLE PRIMARIE”

“In questi anni abbiamo tenuto ai margini e usato per i selfie, ragazzi e ragazze e le donne. Non c’è neanche la conferenza nazionale delle donne nel nostro partito”. “Dobbiamo fare di tutto per renderli protagonisti- ha detto ancora- Dobbiamo far votare chi ha 16 e 17 anni e far votare gli studenti fuorisede nei Comuni dove vivono. Non possiamo chiedergli di tornare a casa per votare”.

“SE CADE GOVERNO SI TORNI AL VOTO”

“C’e’ una prerogativa del Presidente della Repubblica ma penso che se dovesse cadere questo governo bisogna tornare a dare voce agli elettori”. “Non dobbiamo fare un Governo con il M5s”, ribadisce Nicola Zingaretti. “Voglio recuperare l’elettorato che ci ha abbandonato- aggiunge- Voglio parlare a un popolo che vuole tornare da noi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»