Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Fortuna: “Difficile evitare il rialzo dei tassi d’interesse nel 2022”

fabio fortuna
L'intervista a Fabio Fortuna, economista e rettore dell’UniCusano
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “I dati ci fanno capire che anche sull’inflazione l’Italia va meglio di tanti altri Paesi europei. Da noi l’inflazione cresce a un ritmo del 3% su base annua, che è lontano dalla media europea del 4,1%. In Germania l’aumento è del 4,5%, in Gran Bretagna del 4,2%. Questo lascia intendere che l’inflazione, nell’entità in cui si sta manifestando, non era preventivata”. Lo ha detto Fabio Fortuna, economista e rettore dell’UniCusano, intervenuto ai microfoni di Radio Cusano Campus, riguardo ai dati Eurostat e Istat sull’inflazione e al possibile aumento dei tassi d’interesse.

“Non più tardi di un paio di mesi fa- ha spiegato- Lagarde e Powell avevano rassicurato sulla temporaneità dell’inflazione, intendendo questo sostantivo come un lasso di tempo molto breve. In realtà questa temporaneità è allungata, l’inflazione è destinata a caratterizzare i sistemi economici ancora per diversi mesi. In Gran Bretagna, con questo balzo, la Bank of England potrebbe anche decidere un rialzo dei tassi d’interesse. Per quanto riguarda l’Ue, la Lagarde ha rassicurato sul fatto che i tassi non subiranno rialzi nel 2022, ma io su questo ho qualche dubbio. A mio giudizio, purtroppo- ha concluso Fortuna- un lieve rialzo dei tassi ci sarà nel 2022, non sarà violento, ma mi sembra inevitabile”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»