Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Pd, in Calabria è esodo: in cento passano con Mdp dopo la visita di Bersani

Consiglieri comunali, dirigenti sindacali della Cgil, ex amministratori pubblici e dirigenti del Pd formalizzano l’adesione a Mdp-Art.1
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print


REGGIO CALABRIA – Un documento con cento firme formalizza l’adesione a Mdp-Art.1, di consiglieri comunali, dirigenti sindacali della Cgil, ex amministratori pubblici, dirigenti del Pd e altri partiti del centrosinistra di Reggio Calabria e provincia. La recente visita in Calabria di Pierluigi Bersani, non è passata inosservata e già dalla presenze alla convention reggina, si percepivano adesioni di peso.

Quella più nota ha il nome Antonino De Gaetano, ex assessore regionale (prima giunta Oliverio, ndr) ed ex consigliere regionale dem, da tempo attivo per rientrare nell’attività politica. Fanno notizia anche i nomi di Demetrio Delfino, attuale presidente del Consiglio comunale di Reggio Calabria, e dei consiglieri comunali reggini, Nicola Paris e Filippo Quartuccio (che è anche consigliere metropolitano, ndr).

LEGGI ANCHE: ‘Effetto Grasso’ sul Pd? Bassolino dice addio, i dem perdono pezzi

Moltissimi anche i consiglieri e assessori dei comuni della provincia di Reggio Calabria che si legano ad Mdp, tra questi il sindaco di San Ferdinando: Andrea Tripodi. Nutrita la pattuglia di dirigenti sindacali in carica della Cgil calabrese e reggina, dirigenti di Pd ed ex amministratori, traditi dal venir meno “dell’impianto valoriale e dai principi fondativi del Pd”.

Il Partito democratico in Calabria aveva recentemente “perso” il consigliere regionale, Arturo Bova (presidente della commissione antindrangheta) passato ad Mdp. Inoltre come osservatore molto “attento” all’attività dei deputati Bersani e Speranza, c’è anche il consigliere regionale, Giovanni Nucera (Sinistra italiana).

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»