Si chiude XI Congresso Aimo, il presidente: “Formula ibrida un successo”

"È come aver assistito ad un grande 'talk show' sull'oculistica. E non escludiamo che anche per il futuro, Coronavirus a parte, questa formula eccelsa possa essere ripetuta"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Dopo due giornate ricche di appuntamenti, durante le quali numerosi esperti si sono confrontati sui principali temi in ambito oculistico, si chiude oggi a Roma l’XI Congresso nazionale dell’Associazione Italiana dei Medici
Oculisti. Soddisfatto il presidente di AIMO, Luca Menabuoni, che ha commentato: “Siamo molto soddisfatti per la riuscita del nostro Congresso, la sua formula ‘ibrida’, che ha visto relatori in presenza e partecipanti a distanza, è stata davvero vincente e avvincente. Non è stato facile organizzare l’evento, considerato il periodo di emergenza che stiamo vivendo, e sono state tante le difficoltà affrontate per coordinare gli interventi di tutti i relatori all’interno di un grande ‘regia’. Ma ci abbiamo messo il massimo impegno e il risultato si è visto. È come aver assistito ad un grande ‘talk show’ sull’oculistica. E non escludiamo che anche per il futuro, Coronavirus a parte, questa formula eccelsa possa essere ripetuta”.

‘Una buona vista supera le distanze’, ha recitato lo slogan del Congresso. Ed effettivamente è “proprio così”, ha proseguito Menabuoni: “Quest’anno non potevamo scegliere ‘claim’ migliore. Durante il lockdown siamo stati tutti quanti costretti ad usare videoterminali per parlare e soprattutto vedere i nostri cari.
Quindi lo slogan del nostro Congresso è stato più che appropriato. Ora ci auguriamo senz’altro tempi migliori, però il Coronavirus, nel frattempo, ci ha insegnato a non fermarci (o quasi) davanti a nulla, ma soprattutto a capire che altre
modalità di interazione sono possibili. È nata anche così l’idea di fare il Congresso in parte a distanza- ha concluso il presidente di AIMO- perché appunto ‘una buona vista supera le distanze'”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

17 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»