VIDEO | Lombardi: “In Regione siamo opposizione, grandi differenze con centrosinistra”

Intervista alla capogruppo del M5S in Consiglio regionale del Lazio, Roberta Lombardi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Ci sono grosse differenze tra il M5S e il centrosinistra“. Nel corso di una diretta Facebook all’agenzia Dire, la capogruppo del M5S in Consiglio regionale del Lazio, Roberta Lombardi, torna a precisare la collocazione della compagine pentastellata dopo che, nei giorni della nascita del governo nazionale, aveva aperto alla nascita di una nuova maggioranza anche alla Pisana in accordo con il governatore Nicola Zingaretti: “Noi siamo dieci nel gruppo, siamo in opposizione perché non abbiamo assessori né nulla, abbiamo lavorato bene insieme su molti temi del nostro programma ma nello stesso tempo siamo opposizione. Ci sono tante cose che non ci piacciono. Ieri ad esempio le nomine al Corecom sono state fatte in una maniera spartitoria: due persone indicate dal centrosinistra e appartenenti con incarichi partito al centrosinistra, uno afferente a Forza Italia e uno che stiamo cercando di capire il partito che lo ha indicato. Ci sono grosse differenze tra m5s e centrosinistra”. 

Quindi, se da una parte il Cinque stelle è pronto a votare la mozione di sfiducia a Zingaretti, dall’altra Lombardi non esclude in assoluto la possibilità di un accordo col centrosinistra: “Se e quando la situazione dovesse cambiare si farà ragionamento in un discorso che supera i consiglieri del gruppo 5 Stelle nel Lazio. Su tutti i passaggi fondamentali usiamo Rousseau, la nostra piattaforma di democrazia diretta con la quale corresponsabilizziamo tutti gli iscritti del movimento nelle scelte strategiche. Nel caso, quello sarà lo strumento”. E’ evidente che una eventuale caduta di Zingaretti in Consiglio regionale avrebbe ripercussioni sul governo ma di quello che potrebbe accadere alla Pisana “Di Maio non è preoccupato- ha spiegato Lombardi- Ci sentiamo spesso”.

MOZIONE SFIDUCIA LEGA A ZINGARETTI SOLO PER FARSI NOTARE

La Lega si appresta a presentare una mozione di sfiducia al governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, ma secondo la capogruppo del M5S alla Pisana, Roberta Lombardi, “sta facendo come Nanni Moretti quando si domandava: ‘Mi si nota di più se vado o se non vado?‘”. L’esponente pentastellato ha spiegato perché a suo avviso questa azione è più riconducibile a dinamiche interne al centrodestra regionale che non a un’effettiva possibilità di buon esito finale, ricordando intanto che già a dicembre “il centrodestra ha presentato una mozione di sfiducia e non l’ha votata. Il centrodestra in un anno e mezzo di legislatura regionale non ha presentato, incardinato e fatto votare in Aula nemmeno un provvedimento, significa che si sono messi su una posizione di opposizione pregiudiziale per cui ‘non contribuiamo all’attività politica del Consiglio e soprattutto facciamo mozioni di sfiducia più che altro per farci notare’. Questo significa che non c’è una volontà di rispettare il mandato degli elettori, tutti abbiamo ricevuto voti per realizzare parti del nostro programma, noi abbiamo deciso, dove era possibile, di lavorare con la maggioranza di centrosinistra”.

ROMA, MI PIACEREBBE PIÙ RESPONSABILITÀ PD-M5S PER LAVORARE INSIEME

Il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, non calca la mano per le dimissioni di Virginia Raggi da sindaco di Roma, anzi ritiene che debba restare al suo posto, e dall’altra parte Roberta Lombardi rilancia: “Sono contenta di vedere- ha detto- che anche lì non c’è un atteggiamento di opposizione a priori, anche perché il Pd ha avuto ampie responsabilità nel fare arrivare Roma nel punto in cui l’abbiamo presa tre anni fa. Mi piacerebbe che ci fosse da parte di entrambe le forze molta più responsabilità nel lavorare insieme per continuare questo processo di ripartenza della città”.

CON REGOLE ATTUALI IMPOSSIBILE RAGGI BIS

“Un raggi bis al Campidoglio? Con le regole attuali no”.  L’esponente pentastellato non nega i problemi che vive Roma ma sospende il giudizio sull’operato di Virginia Raggi: “Vedo le difficoltà della mia città, le vivo quotidianamente, vedo anche, da politico del 5 Stelle, il lavoro messo in piedi dai miei colleghi in Consiglio comunale. Vedo difficoltà nel governare una macchina amministrativa mai governata anche negli anni passati. Ad esempio non si sapevano fare i bandi, ma quella stagione è finita, siamo da tre anni al governo di Roma e voglio aspettare il completamento dei cinque anni per trarre una valutazione. A prescindere dalle regole, penso che le valutazioni si debbano fare a ridosso della scadenza naturale delle elezioni, ognuno dovrà fare le proprie: se sente di avere bene lavorato, presentarsi ai cittadini forte del lavoro fatto, oppure si prende atto che si è tanto lavorato ma c’è ancora tanto da lavorare e magari non si riesce a fare percepire il lavoro fatto”. Alessandro Di Battista possibile candidato sindaco? “Alessandro anche in questo momento ha tematiche personali molto pesanti…”.

CENTROSINISTRA-M5S PER PROGETTO FUTURO PAESE

“Il nostro Paese ha bisogno di un progetto per il futuro e in questo momento lo vedo più possibile con una visione centrosinistra-Movimento 5 Stelle proprio per il welfare, i diritti civili e la transizione verso un’economia verde. La legge di stabilità e il primo fatto”. 

UMBRIA, ELETTORI SI FIDINO INVESTIMENTO M5S, PD RINNOVATO

“Se il sistema sulle nomine della sanità della precedente presidente, che era in quota Pd, è venuto fuori in tutta la sua sua prepotenza molto è stato grazie al lavoro del gruppo Cinque Stelle in Umbria. Proprio perché abbiamo avuto la forza di disvelare questo sistema, vorrei che i cittadini umbri si affidassero e fidassero del fatto che il M5S ha fatto questo investimento perché ha visto anche nel Pd un’opera profondo rinnovamento”, il capogruppo M5S in Consiglio regionale del Lazio, Roberta Lombardi, ha commentato così il voto nelle elezioni in Umbria, che si terrà a fine mese e vede il Movimento 5 Stelle e il Partito democratico alleati nel sostenere la candidatura di Vincenzo Bianconi.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

17 Ottobre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»