Navigator Campania, De Luca e Parisi firmano l’accordo

I ministri Nunzia Catalfo e Giuseppe Provenzano mostrano il loro apprezzamento sul raggiungimento dell'intesa tra Anpal e Regione Campania
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – “La giornata si apre con una buona notizia: lo stallo sui 471 navigator in Campania e’ finalmente sbloccato“. Cosi’ in un tweet il ministro per il Sud e la Coesione territoriale, Giuseppe Provenzano, che ringrazia il governatore della Campania Vincenzo De Luca ed il presidente di Anpal Domenico Parisi “che in questi minuti firmano un accordo. Ricordiamocelo: il lavoro è dignita”. 

In una nota invece, il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo ha dichiarato: “Esprimo il mio personale apprezzamento per il raggiungimento di un’intesa fra Anpal Servizi e Regione Campania riguardo l’assunzione, da parte di Anpal Servizi, dei 471 Navigator vincitori della selezione pubblica che offriranno assistenza tecnica ai cittadini campani, beneficiari di Reddito di Cittadinanza e non solo. Prima da Presidente della Commissione Lavoro del Senato e poi da Ministro del Lavoro ho incontrato più volte i Navigator, per questo oggi sono molto contenta per loro. Ringrazio le Istituzioni coinvolte”.

Le nota di Vincenzo De Luca dopo la firma dell’accordo

“Si è svolto un cordiale incontro tra il presidente della Regione Vincenzo De Luca e presidente di Anpal Domenico Parisi. La Regione ha sollecitato la stabilizzazione dei lavoratori precari presenti in Anpal da oltre un decennio e la contrattualizzazione dei navigator con un’assunzione piena ed esclusiva di responsabilità da parte di Anpal. La Regione ha sollecitato anche un impegno ad affrontare e risolvere altre emergenze occupazionali (Bros etc.)”. Così il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, in una nota.

“La Regione – spiega – ha ribadito la posizione di sempre: lotta al precariato, e superamento delle situazioni di emergenza occupazionale. Si è concordato un lavoro di lungo periodo per concludere vicende antiche, partendo dall’impegno di non creare più aree di precariato”.   

“Sarà bandito a breve il nuovo concorso per 650 nuove assunzioni stabili nei Centri per l’impiego, e si sta lavorando all’ultimo respiro per avviare a conclusione già entro quest’anno il primo concorso bandito dalla Regione per i primi tremila giovani da mandare a lavorare nei Comuni.
Stiamo aprendo – conclude De Luca – davvero una stagione straordinaria per il Lavoro”.

 

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

17 Ottobre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»