VIDEO | Whirlpool, i lavoratori raggiungono la sede della Regione Campania per incontrare Marchiello

Partiti da piazza Municipio, i lavoratori sono arrivati a palazzo Santa Lucia per incontrare l'assessore regionale alle attività produttive
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – Il corteo dei lavoratori Whirlpool di via Argine, dopo esser partito da piazza Municipio e aver attraversato la galleria Umberto, è arrivato a palazzo Santa Lucia dove incontrerà l’assessore regionale alle Attività produttive Antonio Marchiello.
“La gente come noi non molla mai” è il coro che ha accompagnato il loro arrivo.

IL MINUTO DI SILENZIO DEGLI OPERAI IN MEMORIA DEGLI AGENTI UCCISI A TRIESTE 

Arrivati in corteo a palazzo Santa Lucia, gli operai del sito Whirlpool di Napoli si sono raccolti in minuto di silenzio per ricordare Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, i poliziotti uccisi nella questura di Trieste lo scorso 4 ottobre.
I lavoratori, rivolti verso gli agenti della polizia che si trovano all’entrata laterale della sede della Regione, hanno terminato il raccoglimento con un lungo applauso.

I LAVORATORI WHIRLPOOL VERSO LA SEDE DELLA REGIONE CAMPANIA

Il corteo di lavoratori del sito Whirlpool di Napoli, riunitosi a piazza Municipio, si muove verso palazzo Santa Lucia dove incontreranno un rappresentante della giunta regionale campana. “La Campania non si tocca” è lo slogan che accompagna la marcia a cui stanno partecipando circa 200 persone.

Martedì la Whirlpool EMEA ha dovuto prendere atto “con grande rammarico della mancata disponibilità da parte del Governo a discutere il progetto di riconversione del sito”. Tale progetto avrebbe rappresentato secondo l’azienda “l’unica soluzione in grado di garantire la salvaguardia occupazionale e la sostenibilità nel lungo periodo dello stabilimento di Napoli”. Per questo motivo Whirlpool EMEA, “come comunicato durante la riunione a Palazzo Chigi, ha dichiarato di essere “costretta a procedere alla cessazione dell’attività produttiva, con decorrenza 1 novembre 2019”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

17 Ottobre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»