Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

D’Anna (Ala): “Perchè Asia Argento non dice il nome di chi l’avrebbe molestata?”

'Per me sono fuori tempo massimo queste denunce, non solo quelle della Argento ma tutte quelle di questi grandi attori e queste grandi attrici'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Vincenzo D’Anna, senatore di Ala, è intervenuto questa mattina ai microfoni di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano.

D’Anna ha commentato le vicende sessuali che stanno sconvolgendo Hollywood e non solo: “Per me sono fuori tempo massimo queste denunce, non solo quelle della Argento ma tutte quelle di questi grandi attori e queste grandi attrici. Se le avessero fatte a tempo debito 25 anni fa probabilmente questo signore, questo mascalzone, avrebbe smesso di molestare le persone e sarebbe stata portata alla luce questa sua inclinazione, questa sua malattia, questa sua perversione. E non avrebbe fatto altre vittime”.

“Invece- prosegue D’Anna- ho la sensazione che queste abbiano fatto i propri comodi, se lo sono tenuto buono, perché era potente e ha determinato il successo di molte carriere, ritenendo allora di soggiacere a certe avance. Non vedo quale sia l’utilità di raccontare cose dopo 30 anni. E poi ora il fatto che Asia Argento non faccia il nome del regista italiano a cui si riferisce…Un malpensante può credere che dica così proprio perché può averne ancora bisogno, salvo poi rivelarlo il giorno in cui non dovesse averne più bisogno. Dietro agli atteggiamenti di Asia Argento vedo un tatticismo, un comportamento che attinge anche alla furbizia”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»