Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Ue, Gatti (Pdcs) da Tajani: “Negoziato non sfigura identità”/VIDEO

ROMA - Il segretario politico del Partito democratico
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

gatti_tajani2

ROMA – Il segretario politico del Partito democratico Cristiano Sammarinese (Pdcs) Marco Gatti, insieme al vice segretario Luca Beccari, questa mattina ha incontrato il vice presidente del Partito Popolare Europeo (Ppe) e vicepresidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, nella sede delle autorità di Bruxelles a Roma. Il colloquio è stato incentrato su un doppio binario. Da un lato i rapporti partitici tra Pdcs e Ppe rafforzati ultimamente anche dalla presenza dello stesso Gatti alla convention italiana del Partito Popolare europeo a settembre. Dall’altro lato i rapporti politici da curare particolarmente in questa fase di sempre maggiori relazioni fra San Marino e Unione Europea. “Il Ppe è il primo partito al Parlamento europeo- ha dichiarato Gatti alla Dire al termine dell’incontro- e quindi ad esso si riferiscono anche i principali vertici delle istituzioni Ue, come per esempio il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk e il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker”.

Nell’attuale fase che vede “una maggiore integrazione fra San Marino e le istituzioni dell’Ue volta a un possibile accordo di associazione- ha proseguito Gatti- diventa fondamentale avere ottimi rapporti politici affinché un dialogo costruttivo possa accompagnare i lavori di negoziato della macchina burocratica e aiutare a valorizzare e preservare cosi le nostre peculiarità come Paese”. Gatti ha detto di avere “la massima stima e fiducia nei nostri tecnici del dipartimento Affari esteri impegnati a fondo e con estrema competenza in questa trattativa, ma la politica non può lasciarli soli e deve essere invece di indirizzo deciso al loro importante lavoro. Ed è questo il senso della mia presenza oggi, anche perché ce lo chiede a gran voce la cittadinanza, comprensibilmente impaurita dal fatto che una possibile associazione all’Ue possa snaturare quelle peculiarità di San Marino che invece rappresentano la nostra identità. Noi, che siamo l’unico partito membro osservatore al Ppe, sentiamo in modo particolare questa responsabilità nei confronti dei nostri concittadini”, ha concluso.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»